NEWS DAL MONDO
LUNEDÌ 27 MARZO 2006 20:30 « Indietro
XXVIII FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA IN BELGIO
Confermato il grande successo che da 28 anni accompagna il Festival della Canzone italiana in Belgio. Il festival si è svolto come ogni anno nel “Palais des Congrès”, a Liegi, sabato 25 marzo, davanti ad un pubblico di 1500 persone. Sin dalle sue origini, è stato voluto e organizzato dal “Movimento Arte e Cultura”, un’associazione riconosciuta dalle autorità competenti italiane che ha lo scopo di diffondere e promuovere la cultura italiana in Belgio. Oggi, il presidente dell’associazione è Giuseppe Romeo che così ha parlato ai nostri microfoni. Ma torniamo al Festival. Nato nel 1979, il Festival della Canzone italiana in Belgio, permette ai partecipanti di esibirsi per un pubblico esigente e numeroso e davanti ad una giuria competente con la possibilità di farsi notare da qualche impresario presente. Il festival è indirizzato a tutti i concorrenti, senza limiti di età e di nazionalità, con il solo obbligo di cantare in italiano. Si divide in due categorie “interpreti” e “cantautori”. Quest’anno novità dal sapore tutto barese. Due partecipanti nostrani si sono fatti notare dalla giuria ottenendo grande successo anche tra il pubblico. Lei, si chiama Vanessa Di Caterina che si è classificata tra i primi posti nella categoria “interpreti” con la canzone Spirito Libero. Lui è Paolo Tedesco che ha partecipato nella categoria “cantautore” con la canzone Amore Net. Tedesco non è nuovo ad esperienze canore. Imprenditore per mestiere, cantautore per passione si è affermato ai primi posti della classifica ricevendo consensi anche da un cantautore di primo ordine come Amedeo Minghi, ospite d’onore della serata e dal padre di Laura Pausini, membro onorario della giuria del festival.

infotel: 080.5237410