NEWS DAL MONDO
LUNEDÌ 08 AGOSTO 2022 09:38 « Indietro
BARI, 31ANNI FA LO SBARCO DELLA VLORA, LUNEDÌ 8 AGOSTO, ORE 18.30, IN LARGO “SONO PERSONE”, A SAN GIROLAMO, L’EVENTO COMMEMORATIVO

Certe storie non possono e non devono essere dimenticate. Tra le tante, c’è il drammatico sbarco della Vlora, una nave merci che trasportava zucchero. L’8 agosto 1991, quella nave approdò nel porto di Bari, ma con un carico straordinario e diverso dal solito costituito da 20mila albanesi che fuggivano da un regime duro e opprimente.

Tantissime furono le difficoltà da superare e tante le polemiche che investirono le istituzioni locali, molte delle quali anche ingiuste. Questo, però, non riuscì a fermare quel processo d’intesa che nacque tra i due popoli e che ebbe inizio proprio da quello sbarco. Processo che trova tuttora conferma nel continuo rafforzamento delle relazioni tra albanesi e italiani.

La vicenda ha pure rivelato la grande disponibilità dei pugliesi e, in particolare la capacità adattiva dei cittadini baresi, che, in solitudine e senza alcun supporto da parte del governo nazionale, seppero gestire l’emergenza.

“Per non dimenticare La Vlora” - questo il titolo dell’evento -, il Comune di Bari, ha voluto organizzare con i cittadini e le altre istituzioni, un incontro commemorativo, durante il quale saranno raccontati aneddoti, da chi quei fatti terribili li ha vissuti sulla propria pelle.

Durante la manifestazione, la comunità albanese leggerà alcune poesie tratte dal testo “Bagëti e Bujqësi I pascoli e i campi” dello scrittore Naim Frasheri. Mentre il ricercatore UNIBA, presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Alda Kushi, darà una testimonianza di quei momenti.
Tra gli ospiti, il giornalista fotoreporter e direttore della testata, Luca Turi, che con i suoi scatti raccolti in un libro, racconta 50 anni di collaborazione con il popolo e le Istituzioni Albanesi.
All’evento saranno presenti il Sindaco di Bari Antonio Decaro e l’assessora al welfare Francesca Bottalico.

ELVIRA ZAMMARANO

 

"LA MEMORIA DEL VENTO" (ED. FLORESTANO), 50 SCATTI DI LUCA TURI IN UN LIBRO, PER CELEBRARE L'AMICIZIA TRA DUE POPOLI

Un libro contenente 50 scatti del giornalista fotoreporter Luca Turi, in cui si raccontano storie di vita e di amicizia che lo scorrere del tempo non è riuscito a cancellare. Volti, eventi, fatti ma anche sentimenti, stati d’animo, felici o infelici, tutto è rimasto impresso in quegli scatti. Perché ciò che il tempo oscura e annulla, un click rende eterno.

Sarà stato questo ad animare il desiderio dell’autore che, quattro anni fa, decise di raccogliere in un libro 50 foto per celebrare la sua amicizia con il popolo albanese. Un libro dal titolo simbolico, perché se nel vento niente rimane o può rimanere, se nulla può resistere al vento, proprio a quella naturale forza l’autore ha voluto affidare i suoi scatti per rendere immortale la realtà.

La presentazione del libro, avvenne nel 2018 a bordo della nave “Rigel III”, ormeggiata nel porto di Bari, e fu fortemente voluta da Dimitris Delintadakis, il commissario di bordo della compagnia di navigazione “Ventouris Ferries”.

L’evento riunì la maggior parte dei vertici istituzionali, dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano al sindaco di Bari Antonio Decaro, che evidenziarono l’importanza delle relazioni tra comunità pugliese e albanese. A bordo salirono anche le più alte cariche civili e militari, numerosi imprenditori e tanti professionisti e intellettuali.

Ad arricchire la presentazione, anche un’interessante mostra fotografica del fotoreporter barese. Immagini che raccontavano in modo dettagliato alcuni aspetti del Paese delle Aquile, fino a quel drammatico sbarco, avvenuto l’8 agosto del 1981, che portò a Bari, con una nave, il cui nome - ‘Vlora’ -, è rimasto scolpito nella mente di tutti, oltre 20mila albanesi, che fuggivano dai dogmi del regime comunista.

ELVIRA ZAMMARANO




infotel: 080.5237410