NEWS DAL MONDO
SABATO 08 AGOSTO 2020 13:08 « Indietro
A PALAZZO DI CITTĄ IL RICORDO DEL XXIX ANNIVERSARIO DELL'ARRIVO DELLA NAVE VLORA

Si è tenuta questa mattina, nella sala consiliare “E. Dalfino” di Palazzo di Città, la conferenza stampa convocata nel XXIX anniversario l’arrivo della Vlora nel porto di Bari, l’8 agosto 1991, con a bordo 18.000 persone in fuga dal regime albanese, alla ricerca di un futuro migliore.

All’incontro con la stampa hanno partecipato gli assessori alle Culture, Ines Pierucci, e al Patrimonio, Vito Lacoppola, l’avvocato Giuseppe Dalfino, figlio del compianto Enrico, l’artista Jasmine Pignatelli, i delegati del sindaco di Durazzo Artur Beu, ufficiale di collegamento della Polizia albanese presso il Consolato d’Albania a Bari, e Fabiola Ismaili. L’incontro è stato l’occasione per presentare la nuova intitolazione dello slargo stradale su cui si affaccia l’opera “Sono Persone 8.8.1991”, la scultura pubblica ideata e realizzata da Jasmine Pignatelli sul waterfront di San Girolamo grazie alla collaborazione con Arca Puglia e con la curatela di Stefano Straziota di Cellule Creative. L’opera celebra in codice Morse la frase che il sindaco Enrico Dalfino pronunciò sommessamente alla fine di quella giornata incancellabile: “Sono persone, persone disperate. Non possono essere rispedite indietro, noi siamo la loro unica speranza”.

Lo slargo antistante il palazzo su cui è affissa l’opera sarà così intitolato “Sono Persone 8 agosto 1991”, proprio nei giorni scorsi è stata approvata la relativa delibera di giunta.

All’incontro di questa mattina sono intervenuti anche Filomena Lisco, Vincenzo Purgatorio e Francesco Rutigliano, in rappresentanza delle ACLI, nonché alcuni testimoni diretti dell’evento, tra i quali Luca Turi, Lucio Marengo, Mimmo Magistro e Paolo Nitti.


infotel: 080.5237410