EVENTI
A quasi un anno dall’apertura della sede barese, l’Internet Saloon ha organizzato un “Open Day” alla quale hanno partecipato il presidente della provincia di Bari Francesco Schittulli, l’Assessore della Provincia di Bari Sergio Fanelli e l’Assessore del Comune di Bari Annabella De Gennaro. L’Internet Saloon Bari mette a disposizione un’aula didattica con 10 computer nella quale si svolgono corsi d’informatica per ultra cinquantenni completamente gratuiti. In un solo giorno studenti universitari insegnano, anche a chi non ha mai toccato un mouse, i segreti della navigazione in Internet e l’utilizzo della posta elettronica grazie ad un metodo originale. Internet Saloon ha un’esperienza decennale. La prima sede di Milano fu inaugurata dieci anni fa per iniziativa dell’Associazione Interessi Metropolitani (AIM). VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/internetsaloon/

Lo “Spazio Apulia” nello storico palazzo Barone Ferrara in corso Vittorio Emanuele a Bari ospiterà da oggi fino al 30 settembre 30 opere inedite dei popoli messicani, realizzate da artisti della “Sierra de Los Huicholes”. Quest’ultima è un luogo situato in una zona impervia del Messico, tra le montagne della Sierra Madre occidentale, dove sorge un villaggio di 20mila persone con una forte identità ed un ricco bagaglio di storia tramandato oralmente dalla figura dello sciamano. A scoprire questo piccolo tesoro Luigi Picinni Leopardi, figlio d’arte del Maestro Gennaro, all’esito di studi antropologici iniziati nel lontano 1984. Picinni ha esportato l’arte di questo popolo in tutto il mondo. Si tratta di una forma d’arte singolare che si affida al solo strumento di dita e unghie. Gli artisti messicani versano uno strato di cera d’api e resina su grandi tavole di legno, sulle quali il composto viene ammorbidito con l’esposizione solare. A questo punto si incide la bozza del disegno con uno strumento appuntito e poi si adagiano fili grezzi e coralli variopinti che danno corposità al disegno, rendendolo un’opera astratta di grande originalità. ”Questo non può che confermare il nostro attaccamento al Meridione e la nostra particolare attenzione affinchè la cultura locale si apra ad orizzonti anche oltre Oceano”, con queste parole il Direttore Generale di bancApulia Giulio Simonelli ha espresso la sua soddisfazione per la mostra inaugurata oggi. La mostra rimarrà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì con orario 9-20. L’ingresso è gratuito.

La 41esima Giornata dei “Maestri del Lavoro” nel Palazzo del Mezzogiorno UN PATTO TRA GENERAZIONI ALL’INSEGNA DELLA CONOSCENZA «Ti invito a combattere con tenacia per la costruzione di una società migliore, diversa da quella in cui stiamo vivendo, basata su uno sfrenato individualismo»: una frase (tratta da una lettera di un padre al figlio) che sintetizza il passaggio del testimone tra generazioni. Si è aperta con questa metafora suggerita dal console provinciale di Bari, Salvatore Costa, la 41esima Giornata dei Maestri del Lavoro, tenutasi nella Sala Tridente del Palazzo del Mezzogiorno. La Stella al Merito del Lavoro è conferita, con decreto del presidente della Repubblica su proposta del Ministero del lavoro, a chi abbia almeno 50 anni o un’anzianità in azienda di 25 anni oppure si sia distinto per particolari meriti. All’incontro, coordinato dal giornalista Gustavo Delgado, hanno partecipato il vicepresidente della Fiera del Levante, Antonio Ciuffreda, il delegato alla Trasparenza dell’Università di Bari, Mario Spagnoletti, il referente della Direzione regionale del lavoro Renzo La Costa, il console regionale dei Maestri del Lavoro, Lucio Romice, e il console di Taranto, Francesco Germano. Presenti autorità civili e militari, tra cui il generale Aldo Visone, comandante della Legione Puglia dei Carabinieri. Ciuffreda ha sottolineato che questa è «una giornata storica all’interno della Campionaria, un appuntamento denso di significato. Nella cerimonia inaugurale della Fiera, il presidente Lacirignola ha sottolineato l’importanza della formazione e del lavoro. Dobbiamo registrare una nuova fase di fuga dal Mezzogiorno: giovani formati nelle nostre Università costretti a mettere in pratica quanto hanno imparato in altre regioni, se non all’estero. D’altro canto la Regione Puglia ha promosso in questi anni iniziative volte alla valorizzazione della creatività giovanile. Il messaggio che vogliamo lanciare, allora, è che non possiamo nascondere i problemi, ma dobbiamo subito individuare le soluzioni». Le novità la 74^ edizione QUANTE TENTAZIONI E CURIOSITA’ Il ventaglio merceologico delle offerte, alla 74^ edizione della Fiera del Levante, è cosi ampio e articolato che si corre il rischio di perdere davvero la bussola: offerte che vanno dalle novità di tendenza per l’arredamento, come divani e poltrone per riposo e relax, ai mobili di ogni tipo e foggia. Per non parlare degli estrosi “oggetti del desiderio” in passerella alla Galleria delle Nazioni, dove sono presenti per la prima volta il Kwait e lo Yemen. Oggetti che spaziano dalle maschere africane, agli occhiali a forma di bicicletta, dagli “azulejos” del Portogallo, ai variopinti tessuti dell’India, ai saponi naturali di Aleppo proposti dalla Siria. Ci sono anche gli uccellini e i portafogli magici. Questi ultimi, grazie ad un ingegnoso incastro di laccetti, ingabbiano la banconota per impedirle un’…evasione clandestina. Ma è la Puglia verde – nel padiglione dell’Agrimed – a detenere il primato delle offerte di prodotti biologici che vanno dal vino all’olio, dalla ricotta forte alla pasta, dal miele ai capperi. Prodotti che esprimono i colori della biodiversità nelle salse e nelle marmellate. Nel campo delle novità va inclusa anche la Francia che sciorina, insieme con leccornie gastronomiche, accattivanti tentazioni in diversi settori. A partire dalla moda, dove una Chanel dei nostri giorni, Brigitte Hoffmann, irretisce il pubblico femminile con fantastici cappellini e bijoux. Se nelle nostre dimore insistono odori poco piacevoli, per eliminarli non si ricorre più alla bomboletta spray che, oltretutto, sprigionava gas nocivi ma a profumazioni che puttini, girasoli e conchiglie sprigionano lentamente, senza forzature meccaniche. E, parlando di dimore, non possiamo non elencare le proposte del Salone dell’Arredamento che vanno dal classico al design d’avanguardia. In tale alveo troviamo persino il camino che, pur riscaldando, non fa fumo né ha bisogno di legna. E, passando al Salone dell’Edilizia, non mancano interessanti soluzioni come le “grate a scomparsa”, prodotte a Monopoli, che finiscono nel cassonetto della tapparella senza trasformare gli edifici in tante prigioni. Sulla stessa scia il Padiglione dell’artigianato con una serie di articoli casalinghi d’avanguardia per rendere più agevole il lavoro della massaia. Per chi ama i fiori (da vedere, fra l’altro, quelli impreziositi dalla ceramica di Bassano), ci sono suggerimenti per prolungarne la freschezza: perline di gel dai tanti colori. Chi ha intenzione di dare un tocco d’eleganza alla propria casa, nel padiglione dell’Antiquariato, trova allettanti retaggi del passato dai costi accessibili. A meno che uno non si innamori di un lampadario del Settecento in vetro di Murano o di un “secretaire pour dames” con filettature in ottone e ornamenti in avorio e madreperla. Insomma, c’è il valore aggiunto del prezzo della nostalgia! Intesa tra AQP ed Associazione nazionale degli Amministratori di condominio LA GESTIONE DELL’ACQUA TRA PUBBLICO E PRIVATO “Il servizio idrico integrato dal sistema dei privilegi al regime dei diritti, il ruolo degli amministratori di condomino”. Il convegno organizzato nella Fiera del Levante dall’Anaci (Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari) ha raggiunto l’obiettivo: strappare la promessa all’Acquedotto pugliese di realizzare un protocollo d’intesa sulla gestione del sistema idrico. L’accordo avrà come punti chiave alcuni aspetti che sono stati discussi durante l’incontro: formazione e aggiornamento degli amministratori di condominio; gestione dei conti dei condomini morosi fino alla contabilizzazione individuale delle fatture per evitare, in casi di mancato pagamento, di interrompere il servizio idrico anche ai condomini diligenti nei pagamenti; innovazione tecnologica per ridurre al minimo le perdite; avvio di una collaborazione continua tra i soggetti interessati per fornire il miglior servizio possibile ai cittadini. La questione più dibattuta è stata proprio l’interruzione del servizio idrico nei condomini dove ci sono utenze morose nei confronti dell’acquedotto. «Nella carta del servizio idrico integrato si definisce l’acqua come bene primario e l’Aqp nasce proprio per garantire questo diritto, – ha spiegato Vito Lucente, presidente di Anaci Puglia – ma subito dopo all’art.16 si dà la prerogativa all’Aqp d interrompere questo servizio in caso di morosità. Questo senza neanche prendere in considerazione l’iter legislativo che prevede l’esecuzione di un decreto ingiuntivo per la riscossione del credito che, il più delle volte, l’amministrazione attiva. L’Aqp, però, non attende l’esito, sospendendo la fornitura a tutto il condominio. Ovviamente il capro espiatorio è poi l’amministratore cui tutti i condomini rivolgono epiteti poco gratificanti. La soluzione, allora, potrebbe essere quella di sostituire i contatori interni con contatori omologati in modo da chiudere solo il rubinetto dell’utente moroso». Non si è fatta attendere la risposta di Massimiliano Bianco, direttore generale dell’Aqp che dopo aver sciorinato una serie di dati sull’amministrazione e la gestione dell’Acquedotto: aumento degli investimenti da 20 milioni di euro in media all’anno nel biennio 2003-2005 ai 200 milioni di euro nell’ultimo biennio per migliorare l’efficienza della rete idrica; 350 mila controlli all’anno per garantire la qualità dell’acqua; 35 sportelli diretti e fatturazione online, ha decretato: «La gestione di un bene pubblico non significa che il bene, in questo caso l’acqua, non debba essere pagata. Tra l’altro l’Aqp è al 48esimo posto su 88 nella tariffazione a livello nazionale. Ma possiamo sicuramente confrontarci – ha aggiunto Bianco, rivolgendosi a Lucente –su tutti gli strumenti che possano aiutare gli amministratori nel loro lavoro». Per Carlo Parodi, direttore del centro studi nazionale Anaci, la legislazione contiene già la chiave per risolvere il problema del risparmio idrico: «Nella legge Galli poi inserita nel codice dell’ambiente del 2006, all’art.146 si propone l’installazione di contatori per ogni singola unità immobiliare».«I legislatori devono far chiarezza su come deve essere gestito questo servizio se in maniera pubblica o privata – ha sottolineato Antonio Mele, direttore del centro studi Anaci Puglia –. In realtà c’è molta confusione e gli operatori non sanno come devono comportarsi. Solo eliminando le zone d’ombra si può passare da un sistema di privilegi ad un regime dei diritti». La chiave di volta sta nel differenziare la pratica dell’allacciamento con quella del servizio vero e proprio. Ne è certo, Michele Costantino, ordinario di istituzioni di diritto privato all’Università di Bari: «I contratti devono essere diversi, il contatore differenziato risolve in parte il problema. La questione è un’altra: distinguere tra bene d’uso e bene di scopo. Ciò che interessa non è chi ha il potere di interrompere un servizio, ma come viene esercitato questo potere».

L’Olanda sceglie la Puglia come “regione preferita” dove mettere in atto una serie di iniziative per decentrare le attività dell’Ambasciata dei Paesi Bassi, da sempre concentrate soprattutto a Roma e Milano. Grazie alla collaborazione con diversi partner locali come la Regione Puglia, Confindustria, Basilica di San Nicola, Comune e Provincia di Bari è stato possibile realizzare un calendario di iniziative ricco e variegato dal titolo “Olandiamo in Puglia” che è stato inaugurato questa mattina nei padiglioni della Fiera del Levante. “Vediamo nella Puglia una regione dinamica con grandi prospettive future e possibilità di sinergie con l’Olanda, con la quale ha molte cose in comune: mare e porti, fiori e frutta, industria e commercio, per non dimenticare San Nicola, Santo protettore di Bari e santo donatore per i nostri bambini”, così ha commentato l’Ambasciatore Alphonsus Stoelinga la scelta di collaborare con la Puglia. In Fiera si discuterà degli scambi logistici tra la nostra regione e i Paesi Bassi, con particolare attenzione ai temi dell’agro-logistica, delle innovazioni nel trasporto intermodale e della autostrade del mare. In questa sede si potranno individuare opportunità di collaborazione nei vari settori. Si terrà inoltre un seminario per esperti del settore nel quale verranno analizzati i flussi e la politica dell’immigrazione in Olanda e in Puglia. Contemporaneamente verrà presentata una mostra realizzata da una fotografa olandese sul tema dell’emigrazione italiana. Si terrà inoltre una serata dedicata all’amatissima figura di San Nicola, patrono di Bari e uomo Santo considerato dagli olandesi il portatore dei doni ai più piccoli nella tradizionale data del 6 dicembre. “Olandiamo in Puglia” si concluderà nel febbraio dell’anno prossimo con la mostra dal titolo “Anne Frank, una storia attuale”.

Debutta alla Fiera del Levante il Villaggio Giovani, promosso dalla Provincia e dall’Arcidiocesi di Bari – Bitonto. L’iniziativa è stata presentata nella Sala Giunta del Palazzo provinciale, dal Presidente, Francesco Schittulli, e dall’Arcivescovo della Diocesi di Bari – Bitonto, mons. Francesco Cacucci. Il “Villaggio Giovani” che sarà inaugurato all’interno del quartiere fieristico sabato 11 settembre subito dopo la cerimonia di apertura della Fiera del Levante, sarà un centro di incontro e formazione giovanile allestito nel Padiglione 177, adiacente a quello della Provincia, attivo tutto l’anno. L’iniziativa è il frutto di una collaborazione tra la Provincia di Bari e l’Arcidiocesi di Bari-Bitonto che, questa mattina, hanno siglato un Protocollo d’intesa, che non ha precedenti nella storia dell’amministrazione provinciale. “Sarà uno spazio dedicato alle idee, al confronto, al dibattito culturale, sociale, artistico a disposizione dei giovani – ha spiegato il Presidente Schittulli -. Sono loro gli unici protagonisti di questo progetto, nato grazie all’attenzione e alla disponibilità dell’Arcivescovo Cacucci, il cui obiettivo è quello di sollevare dal disagio quella fascia della società più debole mediante interventi diretti a prevenire e a contrastare l’insorgere di devianza e di emarginazione”. “Tale progetto – ha aggiunto mons. Cacucci - prende le mosse da una felice esperienza messa in piedi in occasione del XXIV Congresso Eucaristico tenutosi a Bari nel 2005: un villaggio giovani allestito sempre all’interno della Fiera a disposizione di associazioni e movimenti che lavorano in campo giovanile: fu lo stand più visitato del Congresso”. Le attività avranno tutte un unico destinatario: i giovani. Protagonisti di un progetto che unisce tutte le proposte della realtà ecclesiale: quella educativa, quella ricreativa, formativa e l’attenzione al mondo del lavoro. Durante la Fiera del Levante nel Villaggio Giovani si svolgeranno iniziative promosse, dal movimento degli Studenti di Azione Cattolica, dal Centro Volontari della Sofferenza, dalle cooperative di giovani nate dal progetto “Policoro” finalizzato a promuovere occupazione, dall’Anspi e dalla comunità parrocchiale di Triggiano.

Il sindaco di Bari Michele Emiliano ha scritto il discorso inaugurale con la collaborazione di 140 concittadini. Discorso che ha dedicato alla memoria di Angelo Vassallo, chiedendo per lui un minuto di silenzio. “Questa sovresposizione dei sindaci è antica, è chiaro, ma è oggi resa insopportabile dalla mancanza di altri veri riferimenti delle comunità locali soprattutto nel lavoro di mediazione presso le assemblee legislative e il governo”.” La responsabilità principale di questo fenomeno è dell’attuale legge elettorale che rimette alle segreterie dei partiti la scelta dei parlamentari: in questo modo il popolo non li sceglie, non li elegge e non li riconosce come propri rappresentanti”. “Ecco perché oggi, se fosse stato qui, avrei chiesto al Presidente del Consiglio di inserire tra i cinque punti per la prosecuzione della legislatura il cambio immediato della legge elettorale che impedisce agli italiani di scegliere i propri rappresentanti”. ” Gli avrei chiesto inoltre di aumentare immediatamente e per decreto legge, l’organico della Procura e degli Uffici Penali dei Distretti di Corte d’appello di Bari e di Lecce per equipararli a quelli delle altre città metropolitane del Sud Italia, come da tempo chiede il Procuratore Distrettuale Antimafia di Bari”. Poi con riferimento all’ordinanza di chiusura di parte del lungomare di Bari a seguito di un tentato omicidio ha dichiarato ”È nostro il Lungomare, è nostra la Fiera del Levante, è nostra la città, è nostra l’acqua, è nostra l’informazione, è nostra la scuola, è nostro il diritto al lavoro, all’infanzia, alla felicità. È nostro questo Paese, perché è dei bergamaschi e dei baresi, di chi la pensa come noi e di chi dissente, di chi investe in un’azienda e di chi spera che gli rinnovino il co.co.pro, di chi legge il Corano e di chi legge il Vangelo, di chi viaggia in roulotte e di chi in una roulotte fatiscente è costretto a vivere. Nostro è un aggettivo bellissimo, quando vuol dire “di tutti, di tutti noi”. Facciamo ancora in tempo ad impararlo, noi politici per primi. Ma dobbiamo sbrigarci.” Il presidente della Regione Nichi Vendola si è detto dispiaciuto per l’assenza dell’interlocutore più importante, il presidente Berlusconi poi ha a lungo parlato della situazione del Meridione. Il Sud troppo a lungo tacciato di parassitismo e culla delle mafie vive “Il Settentrione come l’altra parte di se ”. Vendola ha anche ricordato Vassallo, sindaco di Pollica ucciso a colpi di pistola il 5 settembre scorso: “è un uomo che ha incarnato un Sud pulito e con la schiena dritta”. “In Puglia in sintonia con gli altri organi dello Stato e con l’associazione “Libera” di Don Ciotti abbiamo aperto il sentiero per un cammino d'avanguardia nella costruzione di quell'Antimafia civica e sociale che è lo strumento indispensabile per la bonifica dei territori occupati dai clan”. “Abbiamo messo in piedi un sistema moderno di Protezione Civile e abbiamo sopperito con borse di studio e iniziative ai tagli della scuola pubblica”. ”Abbiamo detto no al nucleare ma sì alle energie alternative come l’eolico”. “Per noi l'investimento in formazione e cultura è la via maestra per combattere la crisi. E anche il turismo, come può certificare il ministro Brambilla, per il terzo anno consecutivo vede svettare la nostra regione, con una crescente destagionalizzazione”. “La recessione non è alle nostre spalle”. “Il Sud chiede modernità e libertà. Una classe dirigente all'altezza di un tempo così burrascoso ha il dovere di dedicarsi all'ascolto attento e sincero di questa domanda. Il Sud ha smesso di tacere”. Il presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli ha invece ha incentrato il suo discorso sui successi ottenuti dal Governo nella battaglia contro le organizzazioni criminali “che attanagliano da decenni i territori meridionali in larga parte dominati, nelle loro economie, dall’azione di ceti economici ed anche politici che si uniscono per perseguire il malaffare. Da oncologo, dico: questo è il cancro che colpisce il Sud, che, ‘per essere vinto, deve essere vinto due volte’. Non basta schiacciare l’organizzazione criminale ma è necessario affermare una superiore dignità, un primato morale”. Obiettivo raggiungibile solo con “una politica trasparente, onesta, meno vittimista, attenta alle esigenze dei territori, che diffonda l’educazione alla cultura, all’istituzione aperta ai bisogni della comunità e alle esigenze dei cittadini, alla creatività, alla valorizzazione dell’enorme patrimonio rappresentato dai giovani”. Il ministro per gli Affari Regionali Raffaele Fitto ha presentato un piano in otto punti per il Sud da mettere in pratica in autunno. “Questo sarà costituito da programmi di investimento tutti dotati di copertura finanziaria certa, soggetto attuatore responsabile individuato, tempi di esecuzione prestabiliti e certi, procedure amministrative definite” o “Sono convinto – ha aggiunto - che i Presidenti delle Regioni del Sud siano pronti a una collaborazione attiva con il Governo centrale”. “Non è più il tempo delle polemiche sterili”. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/inaugurazionefiera/

“Da otto mesi sono in Italia e per la prima volta mi trovo a Bari. Ho scelto questo periodo proprio per conoscere le potenzialità della Fiera del Levante alla vigilia della Campionaria. Siamo pronti a costruire una partnership con questo Ente e a creare occasioni di scambi commerciali tra il nostro Paese e la Puglia”: lo ha detto Mohammad Ali Hosseini, Ambasciatore della Repubblica Islamica dell’Iran a Roma, durante l’incontro in Fiera con il presidente Cosimo Lacirignola e il vicepresidente Antonio Ciuffreda. Lacirignola ha ricordato che già in passato, in qualità di direttore dell’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, ha favorito i contatti tra i tecnici dei due Paesi. “Anche la Fiera – ha aggiunto – può dar vita a nuove collaborazioni. Il nostro compito è, infatti, unire ciò che il mondo divide e, attraverso la nostra storica ‘mission’, ci ripromettiamo di avvicinare mondi solo apparentemente lontani ma che in realtà hanno molto da condividere”. Secondo l’ambasciatore agricoltura, industria e trasporti marittimi costituiscono i settori nei quali si possono incrementare le opportunità di affari comuni. “Nel nostro Paese – ha concluso Ali Hosseini – ci sono 70 milioni di abitanti ma, se consideriamo i Paesi circostanti, ci sono 300 milioni di consumatori pronti a interagire con i pugliesi. Le nostre economie, peraltro, non sono concorrenziali ma complementari”. Infine la proposta, prontamente accettata da Lacirignola, di organizzare in futuro una manifestazione specializzata a Bari con il coinvolgimento della stessa Fiera.

Il programma della Fiera del Levante 2010: - Domenica 12 settembre • ore 16:00 Sala Convegni (Padiglione 152): meeting con la delegazione del South Australia sui temi della devianza minorile organizzato da Assessorato al Lavoro. - Lunedì 13 settembre • ore 10:30 Cineporto: Le Giornate del mezzogiorno organizzato da Presidenza e IPRES; • ore 12:00 Giardino (Padiglione 152): Conferenza stampa Vicepresidente Capone. - Martedì 14 settembre • ore 09:00 - 18:00 Sala Convegni (Padiglione 152): Workshop/Seminario informativo di presentazione dei Sistemi Produttivi Pugliesi dell’Ambiente – Energia ed Edilizia Sostenibile ai Paesi Focus dell’Area Balcanica (Albania, Bulgaria e Macedonia) organizzato da Sviluppo Economico – SPRINT Puglia; • ore 10:30 Cineporto: Le Giornate del Mezzogiorno organizzato da Presidenza e IPRES; • ore 11:00 Giardino (Padiglione 152): Conferenza stampa Laboratori Urbani organizzato da Politiche Giovanili. - Mercoledì 15 settembre • ore 10:00 Giardino (Padiglione 152): Conferenza stampa presentazione “Festival Innovazione 2010” e “Public Camp 2010” organizzato da Servizio Comunicazione Istituzionale – ARTI; • ore 10:00 Sala Convegni (Padiglione 152): Giornata sui migranti e rifugiati organizzata da Presidenza e Assessorato Immigrazione; • ore 12:00 Giardino (Padiglione 152): Conferenza stampa riguardante l’iniziativa relativa alla creazione di Ecopunti e relativo bando regionale organizzata dall’Assessorato all’Ecologia. - Giovedì 16 settembre • ore 10:00 Giardino (Padiglione 152): Conferenza stampa commissione Principi Attivi organizzata da Politiche Giovanili; • ore 11:00 Spazio 7: PSR Giovani Imprenditori organizzato da Assessorato all’Agricoltura; • ore 15:00 – 18:00 Sala Convegni (Padiglione 152): Dal recupero sociale all’imprenditorialità giovanile locale, percorsi ed esperienze della Giustizia Minorile in Puglia organizzato da Politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità. - Venerdì 17 settembre • ore 10:00 – 14:00 Cineporto: Piani dei Tempi e degli Spazi organizzato da Servizio Politiche di Benessere Sociale e pari Opportunità; • ore 10:30 – 13:00 “Sala Acero” dell’Auditorium Spazio 10: Verso la costituzione della Macro Regione Adriatico – Ionica organizzato da Assessorato al Mediterraneo; • ore 12:00 Giardino (Padiglione 152): Conferenza stampa su Start up organizzata da Assessorato allo Sviluppo Economico; • ore 15:00 – 18:00 Sala Convegni (Padiglione 152): Workshop ISFOL – ASFOR organizzato da Assessorato allo Sviluppo Economico – ISFOL.

Come nelle principali piazze di molti comuni italiani, anche alla 74esima Campionaria, in programma a Bari dall'11 al 19 settembre, ci si potrà connettere al web gratuitamente con il Wi-Fi in un’ampia area del quartiere fieristico. Come? Basta una semplice registrazione, che servirà anche in seguito, per navigare, a costo zero e a tempo indeterminato, in diverse città italiane che offrono lo stesso servizio. L’opportunità è garantita per la prima volta dalla Fiera del Levante ai propri espositori e visitatori grazie a un accordo commerciale stretto dall'Ente fieristico con il gestore telefonico Tiscali Italia. La società, infatti, offrirà Open-Net, una soluzione tagliata per le pubbliche amministrazioni locali e, in generale, per tutti gli enti e organizzazioni che intendano arricchire i propri spazi pubblici e sociali, e consentire un accesso più facile alla rete Internet. Si può così superare il digital divide tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione e Internet e chi ne è escluso in modo parziale o totale, per ragioni socioeconomiche o infrastrutturali. Per navigare in Fiera basterà posizionarsi con il portatile in prossimità del Centro direzionale, in un’area aperta. Qui la copertura sarà garantita da un nodo di rete wireless (senza fili). L’accesso è libero e non necessita di autenticazione. L’utente dovrà aprire il browser Internet e digitare un qualunque indirizzo. Eseguita questa operazione sarà automaticamente reindirizzato sul portale della rete Open-Net locale. Per navigare occorrerà registrarsi. Sarà sufficiente inserire in un apposito modulo nella home page di Open-Net i propri dati e il numero di cellulare. Completata la procedura, sarà visualizzata la nuova UserID dell’utente. E al numero di cellulare inserito sarà inviato istantaneamente un messaggio sms di benvenuto con la password da utilizzare per l’accesso. Nello stand Tiscali, allestito nel padiglione 83, gli utenti potranno, inoltre, richiedere informazioni e ottenere aiuto. Attivato il servizio, si accederà alla home page, che riporterà anche utili informazioni sulla Campionaria e mappe degli spazi espositivi. Nel padiglione 116, la società Tiscali ha inoltre allestito un info point con quattro postazioni fisse di accesso Internet riservate ai soli espositori. Qui potranno registrarsi e utilizzare sin da subito e gratuitamente il servizio compilando un modulo in cui inserire i dati personali e presentando la fotocopia di un documento di identità valido.

“Due cose hanno soddisfatto la mia mente con nuova e crescente ammirazione e soggezione e hanno occupato persistentemente il mio pensiero: il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me”. Con queste parole, nella Critica della ragion pratica (1788), il grande filosofo tedesco Immanuel Kant esprimeva la sua particolare attrazione per due galassie infinite, tutte da esplorare e scoprire. Per chi è impossibilitato a dedicare una vita allo studio dell’affascinante mondo dell’astronomia un assaggio lo offre il Planetario di Bari in occasione della 74esima Fiera del Levante, in programma dall’11 al 19 settembre. Nella hall 2 del quartiere fieristico è stato organizzato uno spazio per favorire la divulgazione scientifica e in particolare astronomica. Come nell’ultima edizione di Expolevante, è stata allestita una struttura, una cupola gonfiabile di 7 metri di diametro per 4 di altezza, che potrà ospitare fino a 30 persone comodamente sedute. All’interno un proiettore digitale simulerà fedelmente il cielo stellato e condurrà gli spettatori in un viaggio tra oltre 3.000 stelle. Tutte le lezioni, a cui si assisterà come a uno spettacolo cinematografico, saranno narrate dal vivo da astrofili che, oltre a illustrare costellazioni, pianeti del sistema solare, stelle e galassie, risponderanno alle diverse domande degli spettatori. Ogni spettacolo durerà circa mezz’ora. Gli argomenti trattati non avranno limite di età e di preparazione. Il Planetario è un laboratorio didattico adatto al mondo della scuola ma capace di soddisfare anche piccole e grandi curiosità dei visitatori più diversi.

infotel: 080.5237410