EVENTI
Sarà la giornalista e scrittrice Marida Lombardo Pijola con il suo nuovo libro la protagonista della II tappa di Spiagge d'autore, l'evento firmato dalla Regione Puglia. Nel Chiostro di Santa Chiara a Castellaneta, l’inviata de “Il Messaggero”, presenterà “Facciamolo domani a skuola. Storie di quasi bambine in vendita”. La giornalista affronta in questo libro i problemi dell’adolescenza. Protagonisti le adolescenti che frequentano le scuole medie o i primi anni del liceo. Giocano al fast sex: sesso occasionale, divorato come un cheeseburger, in fretta, più o meno avidamente, ignorando che resterà sullo stomaco, che non andrà mai giù. Lo fanno sul web, nelle discoteche, soprattutto nelle scuole. È un esorcismo collettivo. È un rito trendy. Così i quasi bimbi vendono e comprano corpi per pochi euro, per una ricarica, per un aiuto nei compiti, per una scommessa, per realizzare un filmato da scaricare in rete. Rincorrono compulsivamente le iperboli di tutti i loro desideri: denaro e successo. Il corpo femminile è un oggetto di carne da sfruttare. Il sesso è una fusione a freddo. Sono irretiti da sogni ciarlatani. Intossicati da una brodaglia di messaggi scadenti. Accuditi quasi in esclusiva dai media dal mercato, dal web, soli, sconosciuti e disconosciuti, in balia di un corto circuito tra cattivi esempi pubblici e privati, di omissioni formative e affettive. Talvolta, poi, il gioco della piccola escort e del baby utilizzatore sconfina nello stupro. Dopo “Ho 12 anni faccio la cubista mi chiamano Principessa” e “L’età indecente”, Marida Lombardo Pijola, in un altro libro choc, esplora nuovamente il mondo segreto dei ragazzini. Lo fa attraverso l’intensa narrazione di una storia vera e drammatica, quella della tredicenne Nina. Attraverso le voci e le foto dei ragazzini intercettate sul web. Attraverso l’analisi documentata di un fenomeno che sta dilagando alla velocità della rete, a ogni latitudine e attraverso ogni ambiente sociale, in un sottosuolo di riti e pensieri quasi del tutto sconosciuti al mondo degli adulti.

“La Puglia è la Cinecittà del Sud”. Così il regista Daniele Ciprì racconta la sua esperienza in Puglia dove sta ultimando le riprese del film “E’ stato il figlio”, tratto dal’omonimo romanzo di Roberto Alajmo, in corso di lavorazione tra Brindisi e provincia. “Abbiamo trovato una terra dell’accoglienza straordinaria - ha spiegato Ciprì – anche grazie all’Apulia Film Commission che è stata eccezionale”. Abbiamo girato in Puglia una storia ambientata a Palermo – ha proseguito Ciprì - e ci siamo trovati così bene che noi stessi distratti dal lavoro abbiamo creduto a volte di essere in Sicilia”. All’incontro - che si è svolto nelle “Tenute Albano Carrisi” a Cellino San Marco - hanno partecipato oltre il regista, gli attori Toni Servillo, Giselda Volodi, Benedetto Raneli, Piero Misuraca, Fabrizio Falco e la piccola Alessia Zammitti, la produttrice Alessandra Acciai e il direttore di Apulia Film Commission Silvio Maselli. Se poche sono le anticipazioni trapelate sul film - prodotto da Alessandra Acciai, Giorgio Magliulo, Luciano Stella per Passione, in collaborazione con Rai Cinema, Palomar e Babe Films, il contributo di Apulia Film Commission e distribuito da Fandango di Domenico Procacci - non sono mancate le considerazioni su una esperienza eccezionale nell’accoglienza e nella professionalità in Puglia. “E’ stato il figlio” è scritto da Ciprì con Massimo Gaudioso e racconta la storia di una famiglia in cui la giovane figlia viene uccisa da un colpo di pistola accidentale. Protagonisti della vicenda sono gli attori: Toni Servillo (Nicola Ciraudo), Giselda Volodi (Loredana Ciraudo), Fabrizio Falco (Tancredi), Aurora Quattrocchi (nonna Rosa), Benedetto Raneli (nonno Fonzio), Piero Misuraca (Masino) e la partecipazione straordinaria di Alfredo Castro (Busu).

Questa mattina, il Generale di Corpo D’Armata Mario Basile, dallo scorso 14 giugno al vertice del Comando Interregionale Carabinieri “Ogaden” che ha competenza su Puglia, Molise, Campania, Basilicata e Abruzzo, ha visitato il Comando Legione Carabinieri “Puglia”.L’evento ha avuto inizio con l’arrivo del Generale presso la caserma “Bergia”, sul lungomare del capoluogo pugliese. Dopo i saluti di rito con il Comandante della Legione “Puglia”, Generale di Brigata Aldo Visone, l’alto Ufficiale ha visitato la sede legionale dove ha incontrato una rappresentanza composta da militari provenienti dai vari reparti dislocati in ambito regione. All’incontro ha preso parte anche una delegazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo e i componenti del Co.ba.r. (Organo di rappresentanza militare).Successivamente si è svolta una riunione operativa con il Comandante della Legione e con i Comandanti Provinciali di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto. A seguire le visite alle massime Autorità civili, religiose e militari presenti nel capoluogo, tra cui il Gen.S.A. Pasquale Preziosa, Comandante Scuole A.M. e della 3^ Regione Aerea, il Dott. Vito Marino Caferra, Presidente della Corte d’Appello di Bari, il Dott. Antonio Pizzi, Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Bari, il Dott. Vito Savino, Presidente del Tribunale di Bari, il Dott. Antonio Laudati, Procuratore della Repubblica di Bari, S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Presidente della Conferenza Episcopale Pugliese, il Dott. Carlo Sessa, Prefetto della Provincia B.A.T., la Dott.ssa Antonia Bellomo, Prefetto f.f. della Provincia di Bari e il dott. Michele Emiliano, Sindaco di Bari.

Il prossimo giovedì 7 luglio, in occasione della giornata europea dei Diritti del Passeggero, in quattro aeroporti italiani saranno ospitati i Desk informativi Adiconsum-CEC che veicoleranno informazioni utili ai viaggiatori che transiteranno in aerostazione dalle ore 10 alle ore 15.30. L’iniziativa, riconosciuta dalla stessa Commissione europea come Best Practice, è in Italia alla sua terza edizione e vedrà protagonisti l’Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci di Roma-Fiumicino, l’aeroporto Sandro Pertini di Torino-Caselle, l’Aeroporto Karol Wojtyla di Bari e l’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna.L’evento è organizzato da Adiconsum-CEC Italia con la collaborazione di Assaeroporti, Enac e la Rappresentanza della Commissione europea in Italia.Per far crescere e garantire livelli sempre più alti di sicurezza ed efficienza e migliorare la qualità del servizio, riducendo ritardi e disservizi, è necessario un forte impegno a sviluppare infrastrutture adeguate che rispondano alla crescita del traffico così come un progetto di efficientamento nella gestione del traffico aereo attraverso il progetto comunitario “Cielo Unico Europeo”.Un ulteriore strumento a tutela del passeggero è rappresentato poi dalla Carta dei Servizi aeroportuali dove sono definiti più di 30 indicatori di qualità ai quali le società di gestione si attengono e che monitorano costantemente insieme all’Enac, definendo di volta in volta interventi mirati.L’avv. Fulvio Cavalleri, Vice Presidente Vicario di Assaeroporti, sottolinea come “ci sia una costante attenzione al Passeggero da parte degli aeroporti italiani che si muove insieme ad una fruttuosa collaborazione con le associazioni dei consumatori: tale cooperazione non potrà che produrre ulteriori stimoli per l’obiettivo primario del miglioramento del servizio nel suo insieme”.

L’associazione sportiva “HBARI 2003” e l’associazione “Volare più in alto” hanno consegnato questa mattina al Comandante della Polizia Municipale di Bari Stefano Donati una targa per l’impegno profuso nelle battaglie in difesa dei disabili. Più volte sono state segnalate situazioni in cui posti auto riservati ai disabili venivano occupati da “furbetti” e ogni volta la Polizia Municipale è intervenuta prontamente per ristabilire l’ordine. A consegnare il riconoscimento a Donati questa mattina il presidente dell’associazione Gianni Romito, che è anche consigliere nazionale della Federazione Italiana para-tetraplepigici. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/hbari/

Si è svolta questa mattina presso la caserma “Bergia” sede del Comando Legione Carabinieri “Puglia”, una cerimonia solenne nel corso della quale il Comandante, Generale di Brigata Aldo VISONE, ha consegnato 24 riconoscimenti ad altrettanti militari che si sono particolarmente distinti nel compimento delle loro attività istituzionali, a conferma del particolare impegno ed attenzione dell’Istituzione a tutela della collettività. In particolare, nel corso della cerimonia sono stati premiati con: 1. “Encomio Solenne”, Luogotenente TEDESCHI Sergio, effettivo alla Compagnia di Trani, poiché componente del Consiglio Centrale di Rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri, consapevole del proprio ruolo istituzionale ed evidenziando non comune professionalità, totale dedizione e concreta visione delle problematiche di pertinenza, svolgeva il delicato incarico con incondizionata disponibilità ed appassionato entusiasmo. Dal dialogo costante con la base e i vertici dell’Arma, ricercato con intelligente e saggia valutazione dei temi in esame, faceva scaturire il conseguimento di obiettivi di altissimo rilievo e sempre unanimemente condivisi, così contribuendo a valorizzare il ruolo della Rappresentanza Militare e ad accrescere il prestigio dell’Arma dei Carabinieri”. Roma, 22 luglio 2009. 2. “Encomio Solenne”, Mar.A.s.UPS. CORMIO Giuseppe, Mar.Ca. GAROFALO Antonio, App.Sc. FARETINA Cosimo e App.Sc. LOBASCIO Giuseppe, effettivi alla Compagnia di Molfetta, poiché in occasione di un incendio doloso, con elevato senso di altruismo e sprezzo del pericolo, non esitava ad introdursi, unitamente agli altri commilitoni, all’interno di abitazioni poste al secondo e quarto piano di una palazzina, invase dalle fiamme e dal fumo, riuscendo a trarre in salvo tre famiglie ed a porre in sicurezza alcune bombole di gas e contenitori di benzina, collocati in un appartamento con l’intento di provocare una devastante esplosione. L’intervento si concludeva con l’arresto dell’autore del folle gesto”. Molfetta, 30 maggio 2009. 3. “Encomio Semplice”, Cap. OCCHIOGROSSO Massimiliano, ora Comandante della Compagnia di Andria, poiché dando prova di spiccata capacità professionale, brillante acume investigativo, perseveranza e non comune spirito di sacrificio, dirigeva, partecipandovi personalmente, complessa attività investigativa conclusasi con l’arresto di 36 persone ed il sequestro di 3 kg circa di sostanze stupefacenti. Provincia di Cosenza e territorio nazionale, ottobre 2006 – aprile 2008. 4. “Encomio Semplice”, Cap. ALLEGRETTI Dario, ora Comandante della Compagnia di Triggiano, poiché effettivo quale Comandante di Nucleo Operativo di Compagnia operante in territorio ad alto indice di criminalità, con spiccata professionalità ed elevato acume investigativo collaborava il proprio superiore diretto nel condurre una intensa e prolungata attività d’indagine che consentiva l’arresto, su O.C.C. in carcere di 15 pregiudicati, ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione riscuoteva il plauso e la fiducia di Autorità e popolazione, a vantaggio del prestigio e dell’immagine dell’Arma. Messina, gennaio 2007 – 10 luglio 2009. 5. “Encomio Semplice”, App.Sc. BARNABA Michele e App. COSTANTINO Giovanni, addetti alla Stazione di Pulsano (TA), poiché con ferma determinazione e generoso altruismo, non esitava, unitamente a commilitoni, ad accorrere presso un’abitazione dove un giovane, in grave stato di alterazione psichica, si era barricato minacciando di provocare un’esplosione mediante gas domestico, riuscendo a bloccare l’esagitato ed a porre in sicurezza la bombola di gas, scongiurando così più gravi conseguenze. Pulsano (TA), 26 novembre 2009. 6. “Encomio Semplice”, App.Sc. CILLOCO Davide, effettivo alla Stazione Carabinieri di Pulsano (TA), poiché evidenziando alto senso civico, elevata professionalità, ferma determinazione e coraggioso altruismo, non esitava, unitamente a commilitone, ad accorrere presso un’abitazione dove un giovane, in grave stato di alterazione psichica e con propositi suicidi, aveva appiccato un incendio, traendo in salvo gli occupanti ed il malcapitato, adoperandosi altresì per spegnere l’incendio. Pulsano (TA), 16 dicembre 2009. 7. “Encomio Semplice”, Mar.A.s.UPS GUARDO Marco, Mar.A.s.UPS MUZZONIGRO Piero App.Sc. CINQUE Francesco, effettivi alla Compagnia e Stazione Carabinieri di Francavilla Fontana (BR), poiché effettivi a Reparto particolarmente sensibile sotto il profilo della Sicurezza Pubblica, confermando elevata competenza professionale, spiccato acume investigativo ed incondizionata dedizione al servizio, in occasione di efferato omicidio di un anziano partecipavano attivamente a complessa attività investigativa che si concludeva, in breve tempo, con l’identificazione e l’arresto dell’autore del crimine”. Francavilla Fontana (BR), 21.12.2009. 8. “Encomio Semplice”, Mar.A.s.UPS FESTA Carmine, Mar.A.s.UPS PRENCIPE Antonio, App.Sc. GILIBERTO Paolo e App. COLOMBI Lorenzo, effettivi alla Compagnia di San Giovanni Rotondo (FG), poiché in servizio presso una Compagnia Carabinieri operante in territorio ad alto indice di criminalità, con elevata competenza professionale, perseverante impegno e non comune spirito di servizio, fornivano determinante apporto ad una complessa, rischiosa e prolungata attività investigativa nei confronti di un agguerrito gruppo criminale dedito a rapine, spaccio di stupefacenti e furto di autovetture. L’operazione si concludeva con l’esecuzione di 34 provvedimenti restrittivi a carico di altrettanti affiliati ed il rinvenimento e la restituzione ai legittimi proprietari delle autovetture provento di furto. San Giovanni Rotondo e San Marco in Lamis (FG) dicembre 2006 – marzo 2010. 9. “Encomio Semplice”, Mar.Ca. CARLUCCIO Paolo, ora effettivo alla Stazione Carabinieri di Manduria e Car.Sc. FIRENTI Nicola, ora effettivo alla Stazione Carabinieri di Laterza, poiché con spiccata professionalità, acume investigativo, perseveranza e non comune spirito di sacrificio, sviluppava complessa e prolungata attività investigativa che consentiva di effettuare 19 arresti su O.C.C. per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Provincia di Cosenza, settembre 2006 – 2008. 10. “Encomio Semplice”, Mar.Ord. DE GAETANIS Michele, ora effettivo alla Compagnia Carabinieri di Bari San Paolo, poiché nel corso di un servizio perlustrativo accortosi che un uomo, alla guida della propria autovettura, era precipitato all’interno di una voragine apertasi improvvisamente sull’asfalto, evidenziando elevata professionalità, spiccata prontezza operativa e generoso slancio, non esitava, unitamente ad altri militari, ad intervenire per impedire che lo stesso, già gravemente ferito, fosse sommerso dal fango provocato dalle abbondanti precipitazioni piovose. trattolo in salvo e constatata la momentanea indisponibilità di una ambulanza, con l’automezzo di servizio, ne organizzava poi l’immediato trasferimento in un vicino nosocomio, scongiurando più gravi conseguenze”. Samo (RC), 13 gennaio 2009. 11. “Elogio”, V.Brig. CHISARI Giovanni, effettivo alla Compagnia Carabinieri di Monopoli, poiché in servizio presso un Reparto particolarmente sensibile sotto il profilo della sicurezza pubblica, evidenziando elevata competenza professionale, spiccato acume investigativo ed incondizionata dedizione al servizio, svolgeva una costante e determinata azione di contrasto alla criminalità locale, nel particolare settore dello spaccio di sostanze stupefacenti, contribuendo significativamente, con l’arresto di 53 persone in flagranza di reato ed il sequestro di kg 4,5 di droga, ad infondere sicurezza nella cittadinanza ed accrescere il prestigio dell’Arma”. Monopoli (BA), febbraio 2008 – ottobre 2009. 12. “Encomio Semplice”, Mar.A.s.UPSP MASTROMAURO Domenico, effettivo alla Compagnia Carabinieri di Trani, poiché Comandante di Squadra Istruttori presso il Centro Addestrativo Nazionale della Polizia Afgana, in circostanze particolarmente complesse, esprimeva non comuni doti professionali e di carattere, operando con altissimo senso del dovere e mirabile spirito di sacrificio. In particolar modo organizzava e svolgeva in prima persona importanti compiti di formazione, inquadramento ed orientamento degli allievi della nuova gendarmeria afgana dando cosi’ lustro alle forze armate italiane ed all’arma dei carabinieri”. Adraskan (Afghanistan) aprile 2010 – 24 agosto 2010. 13. “Elogio”, Brig. ACQUAVIVA Antonio, effettivo alla Compagnia Carabinieri di Trani, poiché nell’ambito della “NATO Training Mission – Iraq”, operante nel contesto di un paese caratterizzato da attacchi terroristici e diffusi episodi di violenza tesi ad impedire la stabilizzazione post bellica, con l’incarico di “istruttore”, esprimeva non comuni doti professionali e di carattere, partecipando, all’organizzazione ed allo svolgimento delle varie attività addestrative, spesso condotte in condizioni climatiche estreme. L’apporto fornito dal Brig. Antonio ACQUAVIVA ha favorito in maniera concreta l’elevazione del prestigio dell’Arma dei Carabinieri in ambito nazionale. Baghdad (Iraq), 5 agosto 2010 – 3 dicembre 2010. 14. “Elogio”, Brig. NUZZO Antonio, effettivo alla Stazione Carabinieri di Minervino Murge, poiché in forza al Reparto Supporto dell’Unità Addestrativa Carabinieri in Afghanistan, esprimeva non comuni doti professionali e di carattere, operando con altissimo senso del dovere e mirabile spirito di sacrificio. In particolar modo svolgeva in prima persona importanti compiti logistici di supporto all’Unità Addestrativa dando così lustro alle Forze Armate italiane ed all’Arma dei Carabinieri”. Adraskan (Afghanistan), aprile 2010 – ottobre 2010.

La magia si ripete immutata anno dopo anno e questa volta ha attirato centinaia di persone nella Cattedrale di Bari. Gli ingredienti sono sempre gli stessi: la luce del sole e la pietra viva della splendida Cattedrale. Poco dopo le 17 del 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, il sole si trova in una posizione tale che i suoi raggi attraversando il rosone vitreo, vanno a combaciare perfettamente con il rosone in marmo posto alla base dell' altare. La Cattedrale di Bari è stata costruita con questo intento, riprendendo la antichissima tradizione che vedeva i primi cristiani pregare sempre in direzione dell' Oriente, punto in cui si alza il sole. Questa scoperta è stata fatta dal sacrestano Michele Cassano, subito dopo la riapertura al pubblico della Cattedrale a seguito dei lavori di ristrutturazione. Nell’occasione una giovane ballerina ha accompagnato il sole nel suo cammino, spargendo in controluce incenso profumato. Una soprano e due attori professionisti hanno completato il suggestivo spettacolo. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/solstizio11/

Promosso dall’Associazione “Terra del Mediterraneo”, in partnership con “Europuglia” e con l’appoggio di Enti come l’Unione Europea, la Regione Puglia ed il Ministero dello Sviluppo Economico, si è svolto ieri nei saloni dell’Hotel Sheraton di Bari il terzo concorso “Giornalisti del Mediterraneo”. Nel corso della cerimonia, presentata dalla giornalista Patrizia Camassa, sono stati assegnati i premi Caravella del Mediterraneo al Direttore della Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe De Tomaso, al giornalista e fotoreporter freelance Gabriele Torsello, al giornalista Rai Riccardo Iacona, al giornalista de “La Repubblica” Daniele Mastrogiacomo, al Direttore dell’Ansa Luigi Contu, al segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana Gino Faleri, al giornalista della Televisione Svizzera Nazionale Aldo Sofia, al redattore de “l’Osservatorio Romano” Padre Gianfranco Grieco e alla memoria del vicedirettore generale della “Gazzetta del Mezzogiorno” Piero Virgintino. Il premio assoluto è andato invece Chiara Aranci, iscritta al Master di Giornalismo dell’Universita Luiss di Roma, per il videoreportage “Jugonostalgie”nel quale descrive il dramma della guerra jugoslava. La terza edizione del premio ha attirato numerosi giornalisti da tutta Italia e dall’Estero, a riprova del prestigio che sta conquistando “Giornalisti del Mediterraneo” edizione dopo edizione. Questo successo si deve alla capacità dell’organizzatore Tommaso Forte e alla professionalità di una giuria di esperti presieduta da Lino Patruno. Come lo stesso Patruno ha sottolineato, il premio ha attirato quest’anno i lavori dei più giovani, delle donne ed in generale ha fatto emergere una nuova Italia che è distante da quella che noi tutti conosciamo. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/premiocaravella/

E’ stata presentata a Bari ieri sera la nuova Lancia Ypsilon. Nella suggestiva cornice del Circolo della Vela, al calar del sole cullati dal dondolio delle barche ormeggiate, la Concessionaria Fiat Millenia del Gruppo Maldarizzi ha organizzato un evento a base di musica e buon cibo. La nuova Ypsilon ha linee ancora più morbide della versione precedente. L’autovettura è dotata di cinque porte ed ha un bagagliaio ancora più capiente. Nonostante i 384 centimetri di lunghezza, accoglie guidatore e passeggeri in modo confortevole.

Hanno vissuto uno dei periodi più difficili della storia d’Italia, la guerra. Sono cinque arzilli novantenni, premiati con medaglie al valore ricevute per gli atti eroici compiuti durante il conflitto mondiale. Si tratta di Francesco Spizzico, Giuseppe Gernone, Erminio Capogrosso, Domenico Moretti e Vincenzo Petruzzellis. L’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, nella figura storica del presidente Pasquale Trizio, ha voluto ricordare le esperienze dei cinque novantenni per ricostruire un importante pezzo della nostra storia. I cibnque sono stati premiati dal presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli. Quelle dei cinque insigniti sono storie che non si trovano sui libri di scuola. Come la storia di Francesco Spizzico, imbarcato sul cacciatorpediniere “Manin”. Il 3 aprile 1941 è un giorno indelebile nella sua memoria. Le navi Manin e Sauro sono in rada a Massaua, a breve distanza l’una dall’altra. Il loro compito è quello di contrastare il passaggio dei convogli inglesi provenienti dall’Oceano Indiano. Ma qualcosa quel giorno va storto: gli inglesi bombardano e affondano a breve distanza prima il Sauro e poi il Manin. Centinaia di uomini muoiono. Altri riescono ad allontanarsi a bordo di una motolancia e una lancia a vela. I primi verranno salvati dal caccia inglese Flamingo, gli altri viaggeranno sette giorni verso le coste arabe. Tra i secondi c’è Francesco Spizzico. Viaggiano in 45 dove potrebbero essere solo in 25. Tre muoiono in pochi giorni: i poveri resti saranno lasciati in mare. Senza cibo e acqua sulle coste arabe arrivano in 42. Per 23 mesi rimarranno internati in un campo di concentramento vicino Gedda. La radio è l’unico contatto con il mondo: a Gedda i 42 rimarranno fino ad uno scambio prigionieri. Il ritorno a Bari per Spizzico è il ritorno ad una famiglia che ha a lungo aspettato il suo rientro. Sulla nave “Gradisca” che li riporterà a casa avverrà anche l’incontro con la regina Maria Josè. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/marinai/

Un convegno dal titolo “Talento creativo e industria discografica” si è tenuto questa mattina presso l’Università Lum Jean Monnet di Casamassima. Ospite d’onore il cantautore napoletano Gigi D’Alessio. L’incontro è avvenuto in un’Aula Magna gremita di gente. Insieme a D’Alessio c’era il Magnifico Rettore Emanuele Degennaro, il Rappresentante dell’Associazione Laureati Lum “Giuseppe Degennaro” Gianfranco Cotrone ed il Preside della Facoltà di Economia Antonello Garzoni. Oltre agli studenti, sono intervenuti all’incontro imprenditori del settore. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/gigi/

Domenica 8 maggio, in concomitanza con i festeggiamenti per San Nicola, torna a Bari la Pattuglia Acrobatica delle Frecce Tricolori. E’ uno spettacolo molto atteso e che attirerà a Bari migliaia di persone. L’esibizione è prevista per le 17 di domenica. Sono tante però le iniziative collaterali che vedono protagonisti i piloti della Pattuglia Acrobatica. Alle 16 e 30 di sabato 7 maggio sono previste le prove del “Search and Rescue” con elicottero HH-3F dell’84° Centro Sar di Brindisi e a seguire le prove delle Frecce Tricolori. Il pomeriggio, alle 19:30, i piloti della Pattuglia Acrobatica incontreranno le Autorità locali presso il Comune di Bari. Alle 11 dell’8 maggio, gli stessi faranno visita ai piccoli degenti della Clinica Oncologica Pediatrica del Policlinico di Bari. Alle 16:30 dello stesso giorno si terrà l’evento “Search and Rescue” e alle 17 l’esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale.

infotel: 080.5237410