NEWS DAL MONDO
ATTUALITà
Due bare bianche, tanti fiori alcuni palloncini colorati ed una tristezza immensa. Cos si potrebbe riassumere il rito funebre celebrato questa mattina alle 10.30 nella chiesa dell'Annunciazione in via Lucarelli, durante il quale parenti ed amici hanno salutato per lultima volta Pamela Capriati e Paola Ippolito. Le due ragazze, di 28 e 29 anni, erano molto amiche ed insieme hanno trovato la morte sui sedili posteriori di una Renault Motus nellincidente avvenuto venerd notte tra Mola di Bari e Torre a Mare. Pamela e Paola avevano tanti amici e amavano la vita. La loro morte assurda ha colpito profondamente tanti loro coetanei ed in tanti questa mattina hanno gremito la chiesa dellAnnunciazione per i funerali delle due ragazze. Presente anche uno dei due ragazzi rimasti feriti nello stesso incidente stradale. I corpi di Pamela e Paola saranno tumulati vicini in due loculi messi a disposizione da unarciconfraternita barese. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/pamelaepaola/

Da oggi, per tutti i pugliesi che vogliono concedersi qualche giorno allinsegna del romanticismo nella citt di Romeo e Giulietta, arriva Volotea, la compagnia low-cost che collega citt di medie e piccole dimensioni in Europa. Dal 20 dicembre, verr infatti inaugurata una nuova tratta dallaeroporto di Bari con destinazione Verona. Si rafforza la presenza di Volotea nello scalo pugliese afferma Valeria Rebasti, Commercial Country Manager di Volotea per lItalia dove operiamo gi un altro collegamento verso Venezia. Questo nuovo volo permetter ai viaggiatori pugliesi di visitare Verona, il Lago di Garda e gli splendidi paesaggi del Trentino, con voli comodi, economici e convenienti. Ma, allo stesso tempo, la nuova tratta rafforzer anche il flusso di turisti verso la Puglia, una regione che in pochi anni diventata una delle pi importanti mete turistiche europee, con tre poli Gargano, Salento e Valle dItria di forte attrattiva e che anche in questo particolare periodo dellanno vanta un patrimonio storico, culturale ed enogastronomico di altissimo valore. Il volo partir inoltre a ridosso del periodo natalizio, cos da permettere fin dora ai nostri passeggeri di poter pianificare al meglio le festivit in due regioni ricche di attrattive come la Puglia e il Veneto. Volotea continua ad espandere il proprio network di voli in Italia e in Europa con collegamenti diretti, comodi e con tariffe accessibili a tutti - continua Valeria Rebasti. Abbiamo da poco celebrato i nostri primi sei mesi di attivit in Italia e sono ben 14 gli aeroporti italiani in cui operiamo con la nostra flotta di Boeing 717. Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti fino ad ora e ci auguriamo, in futuro, di poter offrire ai nostri passeggeri un carnet di proposte sempre pi ampio e strutturato. Pur offrendo voli a tariffe davvero economiche, Volotea pone particolare cura nel servizio offerto, sia a bordo sia a terra: per esempio i passeggeri possono usufruire gratuitamente della comodit di avere il posto assegnato. Inoltre la nostra flotta si compone esclusivamente di Boeing 717 configurati con 5 posti per fila (2+3), per un totale di 125 posti per aeromobile. Lutilizzo di questi aerei, particolarmente spaziosi e con sedili comodi e leggeri, permette di offrire ai passeggeri un ottimale livello di comfort durante ogni volo, per unesperienza ancora pi rilassante e confortevole. Particolare soddisfazione per lannuncio del nuovo collegamento stata espressa da Aeroporti di Puglia, che in sede di avvio del progetto ha assunto un ruolo fondamentale attraverso il concreto sostegno alla commercializzazione di un collegamento fortemente voluto dal gestore del sistema aeroportuale pugliese e che, ancora una volta, ha dato rapida soluzione ai disagi derivanti dal disimpegno dei vettori che gi operavano su una tratta che mette in relazione realt importanti del nostro Paese. Il tutto coinvolgendo nel progetto un vettore low cost con il quale si instaurata una grande collaborazione destinata a consolidarsi ancor pi in un prossimo futuro. La nuova rotta gi in vendita sul sito www.volotea.com ed inoltre possibile acquistare i biglietti Volotea presso le agenzie di viaggio e chiamando il call center Volotea all199.208.717.

Circa un centinaio di attivisti di Forza Nuova hanno sfilato ieri pomeriggio per le strade del centro di Bari per festeggiare i 15 anni della nascita dell'organizzazione politica di estrema destra. Nell'occasione i manifestanti hanno anche espresso la loro ostilit per alcune decisioni del Governo Monti. Il corteo ha sfilato in corso Cavour mentre contemporaneamente un gruppo di sinistra sfilava in corso Vittorio Emanuele. I due cortei sono stati attentamente monitorati dalle Forze dell'Ordine per evitare qualsiasi tipo di contatto o scontro. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/cortei/

Due beni confiscati alla mafia da oggi saranno utilizzati da tutti i cittadini, e in particolare giovani e adolescenti, per finalit sociali e culturali. A tagliare il nastro dei nuovi Centri Servizi, che sorgono in piazza San Pietro a Bari Vecchia e in via Loiacono a Japigia, sono stati il sindaco di Bari Michele Emiliano e lassessore al Wefare Ludovico Abbaticchio. Gli immobili confiscati - ha dichiarato il sindaco Emiliano - sorgono entrambi in due luoghi simbolici. In piazza San Pietro sono visibili ancora i colpi di kalashnikov della guerra di mafia, che solo pochi anni fa imperversava nel Borgo antico. Questi nuovi presidi si occupano di evitare che il destino dei bambini, qui a Bari vecchia, sia segnato per il solo fatto di essere nati qui. Il nostro desiderio di cambiare il loro destino gi scritto, qui e negli altri quartieri difficili, un obiettivo che si sta realizzando anche grazie ai beni dei mafiosi. Mafiosi che hanno rovinato le loro vite, perch sono morti o finiti in carcere, con tutte le conseguenze a livello familiare, in termini di disperazione e abbandono, che ne conseguono. Noi non abbandoniamo i figli di nessuno, perch lo Stato qui presente e si prende la responsabilit di restituire a tutti i bambini, senza distinzione, le stesse possibilit come prescritto dalla Costituzione. Questa capacit che lo Stato deve avere, anche se ci vorr molta pazienza, lunica strada per cambiare le cose. Il progetto del Comune di Bari si chiama Lalbero che non c e si rivolge a ragazzi tra i 15 ed i 18 anni, residenti nel capoluogo, e a ragazzi tra i 15 ed i 21 anni, transitati nel circuito penale. Liniziativa prevede, quindi, la riqualificazione di due beni confiscati alla criminalit organizzata e, poi, trasformati in un Centro risorse in piazza San Pietro e in una Comunit di prima accoglienza nel quartiere Japigia. Tra i servizi offerti dal Centro risorse vi saranno attivit di orientamento, organizzazione di incontri formativi e laboratori creativi, percorsi di sensibilizzazione ai diritti/doveri di cittadinanza, creazione di tool kit per conoscere il territorio e la rete dei servizi dedicati. La Comunit di prima accoglienza si occuper, invece, dellelaborazione di progetti educativi individualizzati, di segretariato sociale e attivazione della rete territoriale. Il progetto prevede, inoltre, attivit di coordinamento e integrazione con i servizi del territorio, di monitoraggio e valutazione, di comunicazione e diffusione dei risultati. Liniziativa rientra nellambito del PON FESR Sicurezza per lo sviluppo - Obiettivo Convergenza 2007 - 2013, volto a contenere gli effetti delle manifestazioni di devianza giovanile. Le attivit de Lalbero che non c sono state affidate per 11 mesi allATS costituita dalla cooperativa sociale CAPS, dallassociazione UNISCO e dal consorzio Meridia. Linaugurazione ha preso il via alle ore 11 con il taglio del nastro del Centro risorse nel Borgo antico per poi proseguire, alle ore 12.30, con lapertura della Comunit di prima accoglienza a Japigia, alla presenza dellassessore Abbaticchio, che ha dichiarato: Attraverso la sinergia tra pubblico e privato-sociale e il raccordo tra formazione e mondo del lavoro, LAlbero che non c mira ad offrire strumenti concreti per lintegrazione e linclusione dei nostri ragazzi. Saranno realizzate azioni di informazione e sensibilizzazione, progetti individualizzati di formazione ed inserimento lavorativo, con lauspicio che i destinatari possano rendersi promotori di percorsi di partecipazione attiva alla comunit. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/caseragazzi/

A Faeto, sabato 29 settembre alle ore 18.00 sul sagrato della Chiesa del Santissimo Salvatore di Faeto, si terr limmissione in possesso del nuovo Parroco Don Antonio Moreno. Faeto il luogo di origine del giovane Don Antonio Moreno, classe 1983, terzo di 4 figli. La nuova comunit affidatagli dal Vescovo la stessa dove ha vissuto i suoi primi anni di vocazione. Dopo la sua ordinazione il 7 dicembre 2010 presso la Basilica Cattedrale di Lucera, Don Antonio celebr la sua prima messa proprio presso la Chiesa Madre di Faeto il giorno dellImmacolata. Membro della Comunit Vocazionale Diocesana e Vice - rettore del Seminario Minore di Lucera, Don Antonio Moreno sar accolto alle 17.30 in piazza Quattro Cantoni dallAvv. Antonio Melillo Sindaco di Faeto e da tutta la Comunit di Fedeli. composta da compaesani che lo hanno visto crescere, formarsi e donarsi a Dio. Il corteo, poi, muover verso la sede della Parrocchia che gli stata affidata, dove sar immesso in possesso alla presenza di S.E. Mons.Domenico Cornacchia Vescovo di Lucera. I pi sentiti auguri per il ministero al quale stato chiamato, affinch sia questa occasione propizia per una nuova esperienza. Anna Moreno

C un problema molto serio che impedisce di vivere civilmente nel quartiere Santo Spirito di Bari: si tratta dello scarico fognario. Ogni volta che piove, da anni ormai, in mare si riversa tutto lo scarico non solo del quartiere ma anche del vicino comune di Bitonto. Con la forte pendenza del suolo, gli scarichi giungono a Santo Spirito come un fiume in piena che sfocia nel mare, rendendo laria irrespirabile per residenti ed esercenti. Questa mattina il problema scoppiato come una bomba. La pioggia scesa questa notte ha riversato gli scarichi in mare con una violenza tale da rompere le condotte e tracimare sulla strada proprio in prossimit dei banchi da lavoro dei pescatori sul porto di Santo Spirito. I pescatori giunti al lavoro, hanno trovato lacqua sotto i banconi e non hanno potuto avviare la loro attivit. La protesta partita nel giro di pochi minuti. Alcune persone, tra queste anche alcuni residenti, hanno occupato la sede stradale per attirare lattenzione sul problema. Sul posto sono giunti i Carabinieri che hanno invitato i presenti a mantenere la calma e a liberare la strada. La protesta proseguita sul marciapiede fino a met mattina. I manifestanti e lintero quartiere attendono limmediato ripristino della condotta e la risoluzione definitiva del problema. SEGUICI SU YOUTUBE http://youtu.be/OTCo-1d1hf8

Il negozio Expert all'interno dell'Ipercoop di viale Pasteur a Bari ha aperto al pubblico per la prima volta questa mattina, proponendo numerosi prodotti al 50%. Centinaia di persone hanno letteralmente assaltato il centro commerciale fin da prima dell'apertura per non farsi sfuggire le offerte vantaggiose. Nella foto l'intervento della Polizia, che ha ristabilito l'ordine facendo entrare i clienti poco per volta e calmando gli animi. Solo nella tarda mattinata ed a fatica la situazione tornata alla normalit. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/expert/

Silvio Berlusconi arrivato ieri mattina a Bari a bordo della nave da crociera "Msc Divina". Il passaggio nel capoluogo pugliese stato solo una tappa per l'ex Premier, che ha viaggiato da Venezia insieme ai lettori del Giornale. Berlusconi non ha parlato con i giornalisti, l'unica intervista l'ha rilasciata a bordo ad Alessandro Sallusti, direttore del quotidiano di famiglia. Berlusconi sceso intorno alle 14.30. Ad attenderlo una ressa di fotografi ed operatori, appostati sin dalle prime ore del giorno. Nel Porto di Bari ad attenderlo anche tanta gente curiosa di rivedere Berlusconi, assente da Bari da tre anni e mezzo. SEGUICI SU YOUTUBE http://youtu.be/Ci-iRbHPTC8

Questa mattina la Polisport, societ che gestisce le Piscine Comunali, avrebbe dovuto consegnare le chiavi della struttura ad una delegazione del Comune di Bari, guidata dallAssessore allo Sport Elio Sannicandro. Lazienda ha infatti accumulato debiti per 200mila euro, non riuscendo pi a far fronte agli stipendi dei dipendenti. Sei persone sono in mezzo alla strada gi da qualche mese, attendono stipendi arretrati e quattordicesima e sono disperati. Da giorni presidiano i cancelli delle piscine con famiglie al seguito. Questa mattina dopo il nulla di fatto e lo sconforto per la mancata consegna delle chiavi della struttura, i sei ex dipendenti hanno deciso di occupare le piscine. Andranno avanti ad oltranza fino a che il Comune non consegner le chiavi della struttura ad altri, reintegrandoli al lavoro. SEGUICI SU YOUTUBE http://youtu.be/rs_X2OaZYn4

Nella caserma Bergia si tenuta questa mattina, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri Ogaden, Generale di Corpo dArmata Maurizio Gualdi, la cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante della Legione CC Puglia tra il Generale di Divisione Aldo Visone e il Generale di Brigata Claudio Vincelli. Il Generale Visone lascer il Comando pugliese per ricoprire lincarico di Comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri a Firenze. Il Generale Visone, di origini napoletane, ha iniziato la sua carriera da frequentatore dellAccademia Militare di Modena ed ha conseguito il grado di Tenente nel 1976 presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri di Roma. Laureato in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze della Sicurezza, ha conseguito altres i titoli di Alta Formazione presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia e di Alti Studi per la Difesa presso lo I.A.S.D. di Roma. Nel corso della sua ultratrentennale carriera ha prestato servizio nelle diverse organizzazioni funzionali dellIstituzione. Dopo aver ricoperto alcuni incarichi di Territoriale in Lombardia, ha comandato il Reparto Operativo del Gruppo Carabinieri di Monreale (PA), il Comando Provinciale di Trapani e di Bari. Ha altres diretto lUfficio Personale del Comando Generale dellArma e lIstituto Studi Professionali e Giuridico-Militari della Scuola Ufficiali Carabinieri. Le sue pi recenti esperienze lo hanno visto, sempre in Roma, a capo dello Stato Maggiore del Comando delle Scuole dellArma dei Carabinieri e del Comando Interregionale Podgora che estende la sua competenza sulle Regioni Lazio, Toscana, Umbria, Marche e Sardegna. E Ufficiale dellOrdine al Merito della Repubblica Italiana, Cavaliere dellOrdine Costantiniano e Cavaliere dellOrdine Equestre di San Gregorio Magno ed insignito della Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare e della Medaglia dArgento al Merito di Lungo Comando. Nei tre anni e sei mesi di attivit, il Generale Visone ha dato corpo alle direttive del Comando Generale tendenti a realizzare una sempre pi attenta vicinanza alla popolazione intensificando i servizi di prossimit, in grado di rafforzare il legame esistente tra forze di polizia e cittadini, aderendo alle istanze di sicurezza di questi ultimi. Ne derivata una intensa e mirata azione preventiva su tutta la Regione, concretizzatasi in un significativo incremento dei servizi appiedati e degli interventi straordinari di controllo del territorio. Limpegno costante di tutto il personale dellArma ha cos permesso di conseguire anche sotto il profilo investigativo risultati significativi che danno il senso di quanto il Comando Legione Puglia continui a proporsi come un essenziale punto di riferimento per la tutela della sicurezza pubblica, in un contesto territoriale particolarmente complesso e in costante evoluzione. Al Generale di Divisione Visone subentra il Generale di Brigata Claudio Vincelli proveniente dal Comando Generale dellArma dove dal 2008 ha ricoperto lincarico di Capo del IV Reparto e Ispettore Logistico. Il Generale Vincelli di origini campane. Laureato in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze della Sicurezza, ha conseguito altres il titolo di Alta Formazione presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia. Ha iniziato la sua carriera frequentando la Scuola Militare Nunziatella di Napoli e nel biennio 1975-1977 lAccademia Militare di Modena dove ha conseguito il grado di Sottotenente. Nel corso della sua lunga carriera ha ricoperto incarichi nellOrganizzazione Addestrativa, ha poi comandato una Compagnia in Calabria e una nella Capitale, i Comandi Provinciali di Udine e Trapani ed ha diretto gli Uffici Infrastrutture e Logistico del Comando Generale dellArma. E Ufficiale dellOrdine al Merito della Repubblica Italiana ed insignito della Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare e della Medaglia dArgento al Merito di Lungo Comando.

A partire da luned 10 settembre il Pronto Soccorso pediatrico sar centralizzato presso il Giovanni XXIII e tutte le urgenze infantili dovranno rivolgersi unicamente a questo presidio. Dalla stessa data infatti il Pronto Soccorso della Clinica Pediatrica non sar pi attivo per consentire al personale dellUnit Operativa di Pediatria Generale e Specialistica Trambusti di predisporre il trasferimento della propria struttura presso lOspedale di via Amendola. Si concretizza dunque una ulteriore importante fase del progetto che dar vita al grande Polo Pediatrico Meridionale, una forte concentrazione di specialit e di competenze di eccellenza, che diventer il punto di riferimento di una vasta utenza transregionale. Da luned i cittadini che avranno la necessit di prestazioni pediatriche in emergenza troveranno, pronta a soddisfare ogni richiesta, una quipe altamente qualificata, in stretto collegamento con tutte le UU.OO. specialistiche del Giovanni XXIII. Tutte le emergenze internistiche e chirurgiche, anche le pi complesse, potranno avere una risposta immediata. Il nostro intento - ha precisato il Direttore Generale dellAzienda Policlinico, Vitangelo Dattoli - quello di fornire la pi qualificata ed appropriata risposta al bisogno di salute della popolazione infantile, che presso il Giovanni XXIII avr a disposizione tutte le specialit mediche necessarie alla gestione integrata delle emergenze in et pediatrica. Sotto il profilo della sicurezza, lunificazione delle prestazioni di Pronto Soccorso rappresenta un traguardo molto elevato proprio perch assicura il pieno soddisfacimento di qualsiasi necessit clinica. I cittadini, come tutte le unit mobili del 118, dovranno indirizzarsi unicamente presso la sede dellOspedale Giovanni XXIII, in via Amendola, 207. Questo presidio assicura gi oggi una elevata qualit di prestazioni e in particolare il Pronto Soccorso effettua oltre 20.000 visite lanno. A partire dalla prossima settimana verr ulteriormente potenziato per aumentare lefficienza e la capacit ricettiva, in modo da poter soddisfare anche le 8.700 richieste che finora si rivolgevano al Policlinico di Piazza Giulio Cesare. I percorsi delle emergenze insomma, a partire da luned, si diversificano nettamente in base allet: gli adulti potranno indirizzarsi esclusivamente al Policlinico e agli ospedali della ASL Bari, i bambini al Giovanni XXIII. Eventuali pazienti pediatrici che dovessero occasionalmente rivolgersi al Pronto Soccorso del Policlinico saranno comunque valutati con il contributo delle competenze specialistiche pediatriche della U.O. Pediatria F. Vecchio.

Luned prossimo la Polispport, societ sportiva che ha in gestione le Piscine Comunali di Bari, dovr consegnare al Comune le chiavi della sttruttura. Da Palazzo di Citt lo scorso giugno era giunta la decisione di rescindere il contratto con la suddetta azienda perch aveva accumulato debiti per 200mila euro. I primi ad andare a casa gli istruttori delle piscine, cinque uomini che adesso si ritrovano in mezzo alla strada. Con loro a protestare le loro famiglie: attendono 4 mesi di stipendio e la liquidazione.

infotel: 080.5237410