EVENTI
Passione, rabbia, amore, fragilità, voglia di resistere all’idea di ammazzarsi dopo un brusco licenziamento si alternano in una storia ironica, ricca di spunti di riflessione, scritta con uno stile nitido e un linguaggio tagliente, capace di indignare e commuovere. “Senza paracadute – diario tragicomico di un giornalista precario” è l’opera d’esordio del giornalista barese Antonio Loconte, con la prefazione di Antonio Caprarica, è la storia autobiografica di un cronista tornato a essere precario dopo una lunga gavetta, la luce ambigua dei riflettori e un contratto a tempo indeterminato. Un manovale della parola costantemente appeso al filo sottile dell’incertezza. E’ molto più dello sfogo di una vittima della solita “Italia alle vongole”. Senza paracadute sarà presentato per la prima volta al pubblico venerdì 15 giugno, alle ore 18, nella sala consiliare del Comune di Bari. Hanno confermato la loro presenza il sindaco di Bari, Michele Emiliano; il segretario Cgil Puglia, Antonella Morga; il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Puglia, Paola Laforgia; il presidente dell’Assostampa Puglia, Raffaele Lorusso; l’editore, Giacomo Adda. Il direttore del Barisera Pino Ricco; la direttora di Antenna Sud Annamaria Ferretti; il giornalista Gustavo Delgado. L’attrice Tiziana Schiavarelli leggerà alcuni brani tratti dal libro. Modererà la giornalista Nica Ruggiero. Nei 31 capitoli, illustrati da Gaetano Longo (pure lui precario), ci sono anche altre vite e altre storie, che l’autore attraversa come un uragano durante il suo tortuoso percorso professionale e umano, fatto di sgambetti, decisioni delicate, rinunce, qualche gratificazione, ma nessun rimpianto. Cos’hanno in comune il racconto di un drammatico incidente stradale in cui si mettono insieme i pezzi di cinque ragazzi spappolati dall’eccesso e il racconto di un provolone da guinness world record? Il dovere di non stare zitti diventa passione, impegno, voglia di dare voce a chi resterebbe per sempre ai margini di una società pronta a sentenziare nei talk show pomeridiani, ma incapace di ascoltare il bisogno del vicino di casa. Senza paracadute è soprattutto l’esempio di quanto improvvisamente possa essere stravolta anche la più tranquilla delle esistenze e di come ognuno reagisca in maniera diversa a ciò che sfugge alla logica. “La storia di Antonio è il paradigma di un paese che si nega il futuro - scrive Caprarica nella prefazione - Eppure, non si chiude alla speranza: almeno finché l’istinto di ribellarsi, la feroce determinazione di non chinare la schiena ci costringeranno, tutti, a interrogarci. Sullo spirito di clan, la logica delle clientele, il meccanismo parassita delle raccomandazioni. La cronaca “nera” di Loconte vale più di mille editoriali”. Nella seconda parte del libro l’autore raccoglie interessanti punti di vista sullo stato di salute dell’informazione, sull’idea di precariato e su come questa condizione possa incidere sullo stato di salute pisco-fisico, non solo dei giornalisti. Hanno scritto (in ordine alfabetico): Massimo Alberizzi, giornalista Corriere della Sera; Dino Amenduni, responsabile new media Proforma; Giacomo Annibaldis, giornalista La Gazzetta del Mezzogiorno; Pino Aprile, giornalista e scrittore; Antonella Ardito, collaboratrice www.go-bari.it; Alessandro Banfi, condirettore Videonews; Romano Bartoloni, segretario Unione nazionale cronisti italiani; Devis Bonanni, www.progettopecoranera.it; Maristella Buonsante, psichiatra e psicoterapeuta; www.maristellabuonsante.it Mons. Francesco Cacucci, presidente della Conferenza episcopale della Puglia Patrizia Camassa, giornalista Teleregione; Gustavo Delgado, giornalista; Annamaria Ferretti, direttora Antenna Sud; Carmela Formicola, giornalista La Gazzetta del Mezzogiorno; Giovanni Gasparro, pittore; Enzo Iacopino, presidente Ordine nazionale dei giornalisti; Vincenzo Iurillo, co.co.co. e blogger Il Fatto Quotidiano; Gaetano Longo, illustratore; Raffaele Lorusso, presidente Assostampa Puglia; Balazs Nagy Navarro, giornalista Movimento Mani pulite per la democrazia ungherese; Pino Ricco, direttore Barisera; Giorgio Santelli, giornalista – in Rai dal 2002, precario; Carmelo Sardo, giornalista e scrittore; Antonio Stornaiolo, attore e showman; Stefano Tesi, giornalista free lance. SEGUICI SU FACEBOOK Condividi

La concessionaria Millenia apre al pubblico lo showroom Lancia per la presentazione della Flavia. Sabato 16 e domenica 17 giugno sarà possibile scoprire la nuova vettura Lancia, cabriolet dalle linee eleganti con un passo di 2,76 metri, che la rende la vettura migliore nella sua categoria. La capote in tela si apre elettronicamente ed il lunotto posteriore in vetro scompare quando la capote viene chiusa. Lancia Flavia può contare sul cambio automatico a 6 rapporti capace di gestire al meglio grandi potenze, su un bagagliaio di 377 litri e importanti cerchi in lega da 18’. SEGUICI SU YOUTUBEhttp://youtu.be/b6I2Y9RAxr0 SEGUICI SU FACEBOOK Condividi

Il 13 luglio 1814, il Corpo dei Carabinieri Reali fu istituito con le Regie Patenti da Vittorio Emanuele I, che volle dotarsi di un corpo di militari scelti “per buona condotta e saviezza d’istinti”, allo scopo di contribuire alla difesa dello Stato in tempo di guerra e di vigilare alla conservazione della pubblica e privata sicurezza in tempo di pace. Questo pomeriggio, per onorare il ricordo della prima medaglia concessa alla Bandiera per il contributo offerto dai Carabinieri alla vittoria delle armi italiane nel primo conflitto mondiale, presso la caserma “Porcelli”, sede del Comando dell’11° Battaglione Carabinieri “Puglia”, si è svolta la cerimonia commemorativa per la ricorrenza dell'annuario della fondazione della Benemerita, alla presenza di autorità civili, religiose e militari. All’inizio della celebrazione è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del sisma che ha colpito l’Emilia Romagna. E’ stato schierato un Battaglione di formazione su cinque Compagnie in rappresentanza delle varie componenti operanti nella Legione Carabinieri Puglia, che ha reso gli onori iniziali al Comandante della Legione Carabinieri “Puglia”, Generale di Divisione Aldo Visone, il quale ha passato in rassegna i Reparti. La prima compagnia è composta da militari che indossano la tradizionale grande uniforme, la seconda vede i Comandanti di Stazione in rappresentanza delle Stazioni Carabinieri della Provincia di Bari, la terza inquadra i militari in uniforme operativa per i servizi di Ordine Pubblico, la quarta comprende le specialità dell’Arma tra cui i militari elicotteristi, del servizio navale e subacquei, cinofili, artificieri, carabinieri reduci da missioni all’estero e di quartiere e la quinta prevede l’esposizione di alcuni mezzi dell’Arma, quali motociclette, autoradio, fuoristrada, un gommone e mezzi da Ordine Pubblico. Dello schieramento hanno fatto parte anche la Fanfara del Comando Scuole Aeronautica Militare III^ Regione Aerea, i Gonfaloni della Regione Puglia, della Provincia e del Comune di Bari, i rappresentanti dell'Associazione Nazionale Carabinieri, i Labari ed i Medaglieri delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma. La manifestazione non soltanto ha commemorato i 198 anni dedicati dai Carabinieri al servizio del nostro Paese, ma è stata anche un’occasione per incontrarsi e fare un bilancio dei risultati conseguiti e di quelli ancora da raggiungere. Nel corso della cerimonia infatti, il Comandante della Legione Carabinieri “Puglia”, ha consegnato 30 riconoscimenti ad altrettanti militari premiando alcuni Comandanti di Stazione che si sono particolarmente distinti nel compimento delle loro attività istituzionali, a conferma del particolare impegno ed attenzione dell’Istituzione sulla tutela della collettività in risposta alla crescente domanda di sicurezza. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/198cc/ SEGUICI SU FACEBOOK Condividi

Festa di Santa Rita al quartiere San Paolo di Bari, 8° edizione 21-22 Maggio 2012, in via Giovanni Candura 38, organizzazione a cura di Michele Genchi. PROGRAMMA: LUNEDI' 21 MAGGIO (ore 17.30 esibizione della banda musicale di Ceglie del Campo che accompagnerà la serata; ore 21.00 recitazione del Santo Rosario e canti in onore di S.Rita; ore 24.00 suono delle campane in festa e a seguire fuochi di artificio di apertura.) MARTEDI' 22 MAGGIO (ore 07.00 suono delle campane in festa, con in seguito fuochi d'artificio: ore 11.00 banda musicale; ore 17.00 recitazione del Santo Rosario e canti in onore di S.Rita; ore 18.00 esibizione della banda musicale che accompagnerà il resto della serata; ore 18.30 esibizione del gruppo di sbandieratori; ore 19.15 fuochi d'artificio e a seguire la solenne processione che partirà da via G.Candura n.38 e proseguirà in via V.Ricchioni, via G.M.Monti, via P.Mazzoni, via R.Ciusa per poi ritornare nel luogo di partenza (i bambini se vorranno, potranno partecipare con l'abito della prima comunione e la gente è invitata ad esperre le lenzuola ai balconi e gettare petali di rose durante la processione) al rientro esibizione della cantante Azzurra che canterà l'Ave Maria, a seguire la benedizione della statua di Santa Rita e delle rose, che saranno distribuite ai devoti. E' prevista in serata la presenza del Sindaco Michele Emiliano; ore 21.30 estrazione a sorte in cui verrà regalata una statua di S.Rita dell'altezza di 40cm a un/a devoto/a della Santa; ore 22.15 esibizione della cantante Azzurra, vincitrice del premio "Mia Martini", Castrocaro, Sanremo giovani, etc..; ore 22.30 fuochi d'artificio.)

Elvira Zammarano


Albano Carrisi ha presentato questa mattina nella Sala Giunta della Provincia di Bari il suo libro “Io ci credo. Perché con la fede non mi sono arreso mai”, edito da Piemme. Un libro che racconta come la fede ha scandito la vita del cantante salentino, anche nei momenti più bui. Albano si definisce un narratore piuttosto che uno scrittore. SEGUICI SU YOUTUBE http://youtu.be/w3XjOxZ3neM SEGUICI SU FACEBOOK Condividi

E’stata presentata questo pomeriggio alle 18 nello showroom Millenia di Via Oberdan a Bari la nuova Fiat Panda. La vettura, costruita interamente in Italia, vanta linee più morbide e maggiore spazio sia in larghezza che in lunghezza. Confortevole ma simpaticamente fedele all’originale che compie 31 anni, sulla Panda ultima generazione viaggiano comodamente cinque persone in piena sicurezza grazie al nuovo sistema frenante “Low Speed Collision Mitigation” ed al navigatore portatile e multifunzionale “Blue&Me Tom Tom 2 Live”. Per l’acquirente sono infinite le possibilità di scelta grazie agli allestimenti Pop, Easy e Lounge, ai 10 colori di carrozzeria, ai 9 ambienti interni differenti, alle due coppie di copriruota e ai due tipi di cerchi in lega da 14 e 15 pollici. Francesco Maldarizzi, Amministratore Delegato di Millenia srl, ci ha parlato delle novità della Panda. SEGUICI SU YOUTUBE http://youtu.be/ZhzYtjS1jWw SEGUICI SU FACEBOOK Condividi

E’ stata inaugurata questa mattina la prima edizione di “Mediterranea Motor Show”, la rassegna dedicata a motociclette, veicoli e autovetture di ogni tipo ed allestita nella Fiera del Levante dal 29 ottobre al 6 novembre prossimo. L’iniziativa nasce da una partnership tra l’Ente Fiera e lo Zoosafari di Fasano. Padiglioni specializzati saranno dedicati alle auto sportive, a quelle d’epoca e a quelle da competizione, a moto d’epoca, city car e mini car, ma anche a fuoristrada e a veicoli commerciali. Non manca la sezione dedicata alle fonti energetiche rinnovabili: qui saranno presentati vari progetti sui veicoli ibridi elettrici a batteria e ad idrogeno. Tra questi spiccano due progetti realizzati da 18 studenti di Ingegneria dell’Università di Lecce e dal responsabile Ingegner Teresa Donateo. Uno di questi è il prototipo “Carla 2012”, una vettura ad alimentazione elettrica che, grazie ad una batteria interna, è in grado di percorrere 2000 km con l’equivalente di 1 litro di benzina e l’altro è invece una macchina a idrogeno, la “H2 Volks”. Anche il Politecnico di Bari ha una sezione dedicata dove è possibile visionare il progetto “Poliba Corse”. Ai giovani sono dedicate numerose iniziative collaterali come “Percorsi didattici”, “Prove pratiche di guida”, “Educational”, “Test drive”, “Proiezioni cinematografiche” e la presentazione del videoeducational di Mingo di Striscia la Notizia sulla sicurezza stradale dal titolo “La vita non è uno scherzo…prendila sul serio”. Grazie alla collaborazione tra l’ACI, la Motorizzazione Civile di Bari, la Polizia Stradale e la pubblica assistenza AVPA di Castellana Grotte, sarà presentata la Campagna “La Sicurezza al primo posto”, che ogni giorno organizzerà prove di agilità, gincane, scuola di guida sicura e corsi teorici sulle norme più comuni del codice della strada. Per stuzzicare la gola oltre che la vista, saranno presenti stand gastronomici che offriranno degustazioni dei piatti tipici pugliesi. L’udito sarà invece allietato da varie esibizioni tra cui quella del “Global Music Night” che proporrà il meglio di ogni genere musicale spaziando tra funky, hip-pop, rap, jazz, etnico e breack-dance contest. L’attenzione maggiore è però concentrata sulle esibizioni spettacolari di numerosi acrobati giunti a Bari da tutto il Mondo: dai disastrosi crash ai parcheggi in testa coda. “Mediterranea Motor Show” sarà aperta al pubblico ogni giorno dalle 10:30 alle 18:00 con orario continuato e apertura serale dalle 20:00 alle 1:00. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/meditrerranemotor/

"Cambiare partecipare unire l'Italia" e' il tema su cui si e' discusso nella tre giorni (23 e 25 settembre) organizzata dalla fondazione nuova Italia al palazzo dei congressi a Roma. Numerosi e diversi i temi discussi, fisco, temi etici, poltica estera, famiglia, alleanze politiche alla presenza di numerosi ministri, sottosegretari, leaders politici e sindacali,dirigenti d'azienda. Alla tre giorni hanno partecipato tra gli altri : Casini, Vendola, Matteoli, Mantovano, Veneziani, Quagliariello, Formigoni, Polverini, Abete, Alfano, Gasparri, Angeletti, Miccicche', Storace e tantissimi amministratori locali della Puglia tra i quali Filippo Melchiorre.

La mostra fotografica “La fuga delle Aquile” ha avuto un risalto nazionale grazie al servizio della giornalista Rai Maria Barresi, in onda nel Tg1 delle 8. L’intervista al fotoreporter barese Luca Turi, realizzata il giorno dell’inaugurazione della mostra nel foyer del Teatro Petruzzelli, ha inaugurato la nuova stagione televisiva della rubrica “Mostre & Eventi”.

E’ stato un successo di pubblico la mostra fotografica del fotoreporter barese Luca Turi “La Fuga delle Aquile”, allestita nel foyer del Teatro Petruzzelli dal 13 al 16 settembre scorso. La rassegna ha richiamato migliaia di visitatori tra i quali molte scolaresche e tanti curiosi dalla provincia di Bari e da fuori provincia. Numerosi gli albanesi che hanno voluto mostrare ai propri figli gli scatti di Luca Turi, a testimonianza di un momento importante per la storia del loro popolo. Dopo la conclusione della mostra, in tanti hanno fatto visita presso la nostra sede per guardare le foto dell’8 agosto 1991, raccolte in un catalogo fotografico con prefazione di Lino Patruno. Oggi il TgNorba ha mandato in onda un servizio inerente la mostra mentre lunedì prossimo si parlerà ancora della “Fuga delle Aquile” nell’edizione delle 8 del Tg1.

infotel: 080.5237410