NEWS DAL MONDO
MARTEDÌ 26 APRILE 2011 12:05 « Indietro
PASQUETTA SENZA SOLE: MOLTI RESTANO, CHI PARTE PREDILIGE I LUOGHI CLASSICI
Anche se le condizioni atmosferiche non sono state delle più clementi, come da copione ormai consolidato nel Lunedì dell’Angelo, la pasquetta barese ha seguito il consueto andamento. Ci sono i soliti opposti schieramenti, composti da chi resta e si gode la città semi deserta e chi invece armato di pasta al forno parte alla ricerca della prima campagna utile. Per la squadra di quanti restano, si contendono lo scettro dei luoghi più frequentati il parco due Giugno, posto ideale per giocare e fare un po’ di sport all’aria aperta, e parco Perotti, che dalla sua ha la vicinanza al mare. Un po’ snobbate le spiagge cittadine sia per il cielo coperto che per il divieto di balneazione scandito dalle transenne comunali erette a barriera carceraria sul mare. Non è un bel vedere, anche quando non è tempo di bagni. Le strade del centro sono percorse da qualche sparuto gruppo di baresi, contento di poter godere della vista sgombra di autovetture su corso Vittorio Emanuele e corso Cavour. In fuga da Bari ci sono le solite auto alla ricerca di verde e spazio per l’irrinunciabile pic-nic. Ogni veicolo è equipaggiato di “fornacella”, tavolini di varie grandezza, sedie, teloni, corde, utensili vari e centinaia di teglie per chili di leccornie. La meta più ambita è la foresta Mercadante, a Cassano. In coda dalle prime ore del giorno una gran folla di baresi e non solo hanno cercato il posto migliore per trascorrere una giornata in compagnia dei propri cari. VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA http://www.lucaturi.it/galleria/pasquetta11/

infotel: 080.5237410