NEWS DAL MONDO
VENERDÌ 13 NOVEMBRE 2020 09:10 « Indietro
LA CRONACA DEL GIORNO DEI CARABINIERI

BARI. controlli straordinari anti droga dei Carabinieri nel quartiere Japigia.

 

I Carabinieri della Compagnia di Bari Centro, coadiuvati da personale del Nucleo Cinofili di Modugno, ieri mattina hanno svolto un servizio straordinario anti droga nel quartiere Japigia, in particolare nelle palazzine di via Caldarola.

I militari, grazie all’importante aiuto di 2 unità cinofile, sono riusciti ad assestare un duro colpo all’attività di spaccio, rinvenendo occultati in un giardino condominiale 4,5 kg di hashish ed oltre 200 g di cocaina che sarebbero, di lì a poco, finiti sull’illecito mercato barese.

Inoltre, il servizio ha consentito di deferire in stato di libertà all’A.G., per detenzione ai fini di spaccio di 2 g circa di cocaina e 12 g circa di hashish, un 48enne che, alla vista del controllo, gettava la sostanza stupefacente dalla finestra della propria abitazione ove, a seguito di perquisizione, veniva rinvenuto materiale per la pesatura ed il confezionamento della droga. È stato altresì segnalato alla Prefettura quale assuntore, per detenzione di 1,5 g circa di hashish, un 28enne già gravato da precedenti penali.

Il materiale sequestrato verrà ora analizzato prima del deposito presso i competenti uffici.

 

 

Toritto (BA): fugge al controllo dei carabinieri e poi li aggredisce. Arrestato 19enne che in auto aveva monili in oro appena rubati ad una 80enne.

 

La scorsa sera, i militari della Stazione Carabinieri di Toritto unitamente a quelli della Compagnia di Modugno, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale S.P., 19enne, di Bari, noto alle forze dell’ordine.

Alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di un’utilitaria, di colore grigio, che si aggirava per le vie di Toritto, con tre giovani a bordo ed in sosta in via Pascoli.

Dopo aver individuato l’auto, i militari si sono avvicinati con l’intento di procedere al controllo degli occupanti. A quel punto, il conducente partiva a forte velocità nel tentativo di sottrarsi al controllo dei carabinieri, venendo però subito raggiunto e bloccato. Sceso dal mezzo, lo stesso tentava la fuga a piedi, salvo poi essere bloccato definitivamente dopo una colluttazione.

Durante tali fasi, non poco concitate, due suoi complici che si trovavano già fuori dall’autovettura, riuscivano a sottrarsi al controllo scavalcando la recinzione di una scuola e facendo perdere definitivamente le loro tracce.

Sottoposto a perquisizione, i Carabinieri rinvenivano all’interno dell’autovettura una federa, di colore bianco, con all’interno vari oggetti in oro dei quali il 19enne non riusciva a giustificarne il possesso, adducendo scuse banali. Riferiva che si trattavano di regali per la fidanzata e di averli trovati in strada.

Mentre il soggetto veniva accompagnato in caserma e tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, le immediate indagini consentivano di appurare che la federa ed i monili in oro erano provento di un furto in abitazione consumato, qualche ora prima, in Palo del Colle, ai danni di una 80enne del luogo, a cui è poi stata restituita la refurtiva. Pertanto per il 19enne è scattata anche la denuncia per ricettazione.

A seguito della convalida dell’arresto il giovane è stato sottoposto all’obbligo di dimora in Bari e all’obbligo di permanenza in casa dalle 20.00 alle 07.00 di tutti i giorni.

Le indagini dei Carabinieri saranno concentrate per scoprire eventuali furti consumati nel comune di Toritto.

 

 

CASTELLANA GROTTE - EVADE DAI DOMICILIARI PER RUBARE IN CHIESA, ARRESTATO DAI CARABINIERI.

 

I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Bari, tale F.O., di anni 57, con l’accusa di furto ed evasione.

La misura custodiale è stata emessa a conclusione di indagini avviate dai militari allorquando, lo scorso gennaio, il parroco della Chiesa del Salvatore, aveva denunciato il furto di circa 300 euro custoditi nella sacrestia. Nella circostanza i carabinieri, durante del sopralluogo, acquisivano i filmati dai quali era possibile ricostruire in parte la vicenda: un uomo infatti, dopo essersi assicurato di operare al riparo da testimoni, si introduceva all’interno della chiesa e, dopo aver frugato alcuni oggetti, si appropriava del denaro per poi darsi immediatamente alla fuga. All’identità del ladro i militari sono giunti in quanto era già conosciuto per via dei suoi precedenti specifici per reati contro il patrimonio: in particolare gli investigatori accertavano che per commettere il furto era evaso dagli aa.dd. cui era sottoposto in Fasano, noncurante delle prescrizioni limitative della sua libertà. L’ordinanza è stata notificata presso il carcere di Brindisi ove si trova ristretto per altri causa.




infotel: 080.5237410