NEWS DAL MONDO
VENERDÌ 31 LUGLIO 2020 11:20 « Indietro
A BARI UN ARRESTO E 5 DENUNCE DELLA POLIZIA DI STATO

Nella giornata di ieri, i poliziotti della Squadra Volanti dell’UPGSP della Questura di Bari, in diverse attività, eseguito 1 arresto e denunciato 5 persone.

 

Sulla S.P. 236, due poliziotti della Squadra Volanti, mentre si recavano in servizio a bordo di autovettura privata, per incomprensioni di viabilità, sono stati prima affiancati e poi superati da un veicolo con a bordo un soggetto, il quale con pericolose manovre di guida ha costretto gli agenti ad arrestare la marcia nei pressi dello svincolo per Bitritto centro. Qui il soggetto, sceso dalla sua autovettura brandendo un martello, si è avvicinato inveendo nei confronti degli stessi, i quali, pur qualificandosi, non sono riusciti a far desistere lo scalmanato dal suo intento. Gli agenti con professionalità dopo vari tentativi sono riusciti a bloccare il 40enne e lo hanno arrestato per resistenza e minacce aggravate a P.U. e sottoposto ai domiciliari in attesa della direttissima.

A Poggiofranco gli agenti della volante di zona sono intervenuti presso una nota pizzeria dove una persona con problemi psichici aveva dato in escandescenza.

Sul posto l’uomo, un pregiudicato barese 45enne, che aveva creato il panico fra gli avventori, è stato bloccato dai poliziotti che lo hanno colto in possesso di ben 2 coltelli di genere proibito.

Una volta disarmato, lo psicolabile è stato accompagnato per i controlli di rito presso il reparto di psichiatria del Policlinico e dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria competente per l’allarme procurato e per il possesso delle armi da taglio illegalmente detenute.

A Torre a Mare una bravata di 4 minorenni ha impegnato con un insolito intervento due equipaggi della Squadra Volanti. 4 giovanissimi, che, mentre erano in mare a bordo di un pedalò, hanno notato la canoa di un bagnante per alcuni istanti fuori dalla sua vigilanza e se ne sono furtivamente impossessati; a bordo della canoa il bagnante aveva lasciato alcuni effetti personali tra cui il portafoglio con una somma di denaro e le chiavi di casa; la vittima, avvedendosi del furto tentava di raggiungere i giovani a nuoto che abbandonavano la canoa senza però dimenticare di trattenere la pagaia, in modo da non essere inseguiti in mare dalla vittima e i suoi effetti personali. Recuperata la canoa la parte lesa contattava i il 113 dando notizia di quanto accaduto.

Gli agenti, giunti sul lido, per bloccarli, sono stati costretti a seguire a vista il natante sino a quando i giovani hanno raggiunto il ‘bagnasciuga’ su una vicina spiaggia, nel vano tentativo di far perdere le proprie tracce.

Identificati i 4 minori, un maschietto e tre femminucce, tutti ‘figli d’arte’, sono stati deferiti all’A.G. competente per furto aggravato e poi affidati ai rispettivi genitori; denaro e chiavi di casa sono stati restituiti al proprietario.


infotel: 080.5237410