NEWS DAL MONDO
SABATO 11 GENNAIO 2020 09:16 « Indietro
BARI, OMICIDIO BRUNA BOVINO. ANNULLATA L’ASSOLUZIONE DELL’EX AMANTE. PREVISTO NUOVO PROCESSO D’APPELLO

Un nuovo processo d’appello è previsto per Antonio Colamonico, l’uomo che uccise l’ex amante, Bruna Bovino, 29enne italo-brasiliana il 12 dicembre 2013 nel centro estetico a Mola di Bari. Colaminico, fu arrestato nel 2014 con l’accusa di omicidio volontario e incendio doloso, appiccato per cancellare le tracce dell’omicidio.  Tuttavia, l’anno scorso la Corte di Assise aveva assolto l’imputato, mettendo in rilievo il fatto che, fosse stata messa da parte una pista abbastanza importante: la presenza di capelli rossi appartenenti ad una donna nelle mani della vittima, che potrebbero ricondurre all’assassino. A questo punto c’è stato il ricorso da parte della Procura generale di Bari e delle parti civili: i familiari di Bruna Bovino e alcune associazioni antiviolenza ritenevano che i capelli ritrovati appartenessero alla stessa vittima. La corte di Cassazione ha accolto il ricorso annullando con rinvio la sentenza con la quale nel novembre del 2018 la Corte di Assise d’Appello di Bari aveva assolto Colamonico “per non aver commesso il fatto”, modificando la decisione della Corte di Assise che, in primo grado, aveva condannato l’uomo a 25 anni di reclusione, scarcerandolo dopo quattro anni e mezzo.


infotel: 080.5237410