MERCOLEDÌ 03 APRILE 2019 11:11 « Indietro
IL PRIMO “PIZZINO” DELLA STORIA CRIMINALE D’ITALIA E’ BARESE

Un fazzoletto di cotone risalente al 1901 sul quale, in bella grafia, è riportata la “canzone di Amelia la disgraziata”, una lettera veicolata all’esterno del carcere da un detenuto di spicco della mala barese del secolo scorso. Rappresenta il primo “pizzino” della storia criminale italiana. Un reperto di valore inestimabile che attualmente è custodito nell’Archivio di Stato di Bari. A scoprirlo, grazie ad un lavoro certosino lavoro di ricerca, il brigadiere dei carabinieri Visto Stefano De Carolis, autore del libro “Con un piede nella fossa” patrocinato dal Comando Generale dell’Arma. Lo storico “pizzino” sarà esposto il 4 aprile a Roma nella sede della scuola di Formazione degli agenti penitenziari intitolata a Giovanni Falcone. L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività per celebrare il ventennale della fonazione del Gruppo operativo mobile della Polizia Penitenziaria.


infotel: 080.5237410