NEWS DAL MONDO
MARTEDÌ 19 FEBBRAIO 2019 20:16 « Indietro
SALVINI A BARI: “L’INIZIO DEL 2019 E’ ASSOLUTAMENTE POSITIVO”

DI GAETANO CAROFIGLIO

Il lungo pomeriggio del ministro dell’Interno Matteo Salvini è cominciato intorno alle 17 con la visita ad un bene confiscato alla mafia. Si tratta di una villa alla periferia a sud di Bari, in via Gentile 87, confiscata nel 2016 a Biagio Cassano, ritenuto vicino al clan Parisi del quartiere Japigia di Bari al quale lo stato ha anche sequestrato e confiscato le gelaterie Gasperini trasformate oggi in gelaterie della legalità. "Io sono qua per ringraziare il lavoro delle forze dell'ordine, dello Stato a tutti i livelli. A Bari e in Puglia - ha detto Salvini - l'inizio del 2019 per Bari e provincia è assolutamente positivo: ci sono 1000 reati in provincia di Bari e 500 reati in meno in città. E sono arrivati e arriveranno in forza alla questura di Bari 100 poliziotti in più, 44 dal piano potenziamento 2018-2019 e altri 56 a pieno organico". Dal bene confiscato poi il ministro si è trasferito in via Alberto Sordi per il comizio di sostegno alla candidatura di Fabio Romito per le primarie di domenica 24 febbraio, nella corsa a palazzo di Città contro il sindaco uscente Antonio Decaro. Contemporaneamente al comizio si è svolto in città il corteo antifascista organizzato da comitati e associazioni cittadine baresi riuniti nella rete "Mai con Salvini". Il corteo "Bari non si Lega. Atto II" è partito da piazza Umberto e si è concluso in piazza Díaz, sul lungomare di Bari.


infotel: 080.5237410