NEWS DAL MONDO
MERCOLEDÌ 31 OTTOBRE 2018 10:21 « Indietro
BARI: IL LABORATORIO CHIMICO DELLA DOGANA COMPIE 70 ANNI. GRANDE FESTA

Un compleanno molto importante se lo si confronta con le altre istituzioni scientifiche storiche della Regione, anche alla luce del ruolo che il Laboratorio ha svolto e svolge per conto dell’Agenzia Dogane Monopoli.

L’obiettivo di queste strutture era l’accertamento della qualità delle merci, intesa come classificazione doganale e fiscale per poter giungere all’applicazione della corretta tassazione.

Il laboratorio chimico doganale di Bari fu istituito nel 1948 nell’area portuale, in quella che era la sede della Regia Capitaneria di Porto, in posizione strategica, a pochi chilometri dalla raffineria dell’ANIC, che produceva 120.000 tonnellate all'anno di benzine avio e per autotrazione, a partire da greggio albanese.

Oltre che su Bari, il laboratorio aveva competenze per la Puglia, il Molise, la Basilicata, e l’Abruzzo, territori in cui si stavano sviluppando importanti processi industriali nel campo dei distillati e del settore alimentare.

Ad ulteriore riprova della necessità della chimica in campo doganale, a Bari fino al 1948 i funzionari della Dogana spesso si avvalevano delle competenze scientifiche dei chimici della Regia Scuola Superiore del Commercio fondata nel 1886 e trasformatosi successivamente in Istituto Superiore di Scienze Economiche e Commerciali. I chimici della Scuola-Istituto oltre a svolgere perizie e analisi per soggetti pubblici e privati, svolgevano anche corsi per i funzionari doganali.

A questo proposito va sottolineato che il controllo della qualità di una merce oltre ad un risvolto fiscale può anche avere dei risvolti per quel che attiene la salute pubblica o la protezione dell’ambiente. A tutto questo, si deve poi aggiungere la funzione dei laboratori nel campo delle sostanze stupefacenti e dei loro precursori e di tutte quelle sostanze per le quali può esser adoperato l’aggettivo “dual use” perché, ad esempio, possibili precursori di armi chimiche.

Negli ultimi anni il laboratorio di Bari è stato in prima linea nel contrasto alle frodi internazionali nel campo dei prodotti petroliferi con la messa a punto e la diffusione di specifici metodi analitici e collaborazioni con la Guardia di Finanza. Anche nel campo degli oli vegetali, le analisi eseguite nel Laboratorio di Bari hanno dato importanti risultati nel contrasto alle adulterazioni dell’olio extravergine d’oliva.

In linea con altri laboratori doganali, la Struttura barese, oltre ad offrire attività di conto terzi, negli ultimi anni ha avviato attività dedite a far conoscere il ruolo del laboratorio sul territorio mediante collaborazioni con le Scuole e la partecipazione alle recenti edizioni della Fiera del Levante.


infotel: 080.5237410