NEWS DAL MONDO
MERCOLEDÌ 13 GIUGNO 2018 18:08 « Indietro
IL PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE SI TRASFORMA IN UNA ODISSEA

Più che un pellegrinaggio, un’odissea. Avrebbero dovuto far rientro a casa ieri sera i baresi e i bitontini che hanno fatto parte di un gruppo di fedeli in pellegrinaggio al santuario di Medjugorje. Sono invece stati costretti a dormire una notte a Dubrovnik, in Croazia, perché il volo di ritorno è stato cancellato. Alle 19.30, con tre ore e mezzo di ritardo rispetto all’imbarco, i passeggeri sono stati informati del problema all’origine dell’imprevisto: un guasto all’impianto dell’aria condizionata, questa la versione ufficiale. Ma i disservizi con la compagnia rumena Aviro Air sono cominciati venerdì scorso, sin dalla partenza. Il gruppo di devoti ha atteso un’ora prima di decollare sembra a causa della mancanza di qualche autorizzazione. L’arrivo non è stato a Mostar, come pattuito, bensì a Zara che dista quattro ore di pullman dalla città dove la Madonna è apparsa ai tre pastorelli. I disagi si sono ripetuti per il viaggio di ritorno. I pellegrini ancora una volta non hanno visto l’aeroporto di Mostar, ma sono stati informati dello spostamento sullo scalo di Spalato. Ieri mattina, il contrordine: si vola da Dubrovnik. E invece il gruppo, fra cui qualche neonato, è rimasto in Croazia. Appuntamenti annullati, un intervento chirurgico a cui una donna avrebbe dovuto sottoporsi cancellato, e tanta rabbia. Anche per gli hotel dove riparare durante la notte, per i quali la compagnia aveva un budget risicato.


infotel: 080.5237410