NEWS DAL MONDO
MERCOLEDÌ 19 APRILE 2017 09:04 « Indietro
LA CRONACA DEL GIORNO DEI CARABINIERI

ANDRIA (BT). “PASQUA SICURA”. 1 ARRESTO, 3 DENUNCE E “SCOVATI” 11 ASSUNTORI DI DROGHE DAI CARABINIERI

Continuano incessanti i servizi di prevenzione e repressione dei reati che la Compagnia dei Carabinieri di Andria  ha intensificato anche nei giorni della Santa Pasqua.

In particolare sono stati organizzati ed eseguiti posti di controllo nei pressi dei principali locali notturni e sulle principali arterie stradali del comune federiciano, nonché quelle dei comuni di Minervino Murge e Spinazzola, utilizzando anche gli apparati etilometrici in dotazione.

Nel corso di uno speciale servizio di controllo del territorio, in totale sono stati 20 gli uomini dell’Arma scesi in campo per garantire sicurezza con il potenziamento dei servizi serali che hanno consentito di identificare 180 persone e controllare circa 130 autovetture, elevando una ventina di contravvenzioni per violazioni al codice della strada.

Intensificata anche l’attenzione su persone pregiudicate, in particolare su quelle sottoposte al regime degli arresti domiciliari ed alla sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza.

I capillari controlli nel centro storico andriese hanno consentito ai militari di trarre in arresto su ordine del Tribunale di Trani un pluripregiudicato del luogo, P.G., di 34 anni, riconosciuto colpevole del reato di ricettazione e, per tale motivo, dovrà espiare la pena di 6 mesi di reclusione, e di denunciarne a piede libero altri tre: R.F., 58enne, per inosservanza degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di soggiorno, L.F., 38enne, per inosservanza degli obblighi imposti dalla misura dell’avviso orale, e L.F., 42enne, per guida con patente ritirata, perché revocata.

Ancora, sono state individuate ben 11 persone, appartenenti alla fascia di età compresa tra i 19 ed i 30 anni, nell’atto di consumare o detenere modici quantitativi di sostanze stupefacenti, c.d. “leggere”: gli stessi sono stati segnalati alla Prefettura di Barletta-Andria-Trani quali assuntori di sostanze stupefacenti;  sequestrati in tutto tre grammi di marijuana, undici grammi di hashish ed uno di eroina.

Non sono mancate le telefonate al 112 per chiedere intervento nelle zone altamente frequentate in occasione dei festeggiamenti, fortunatamente situazioni tutte risolte ed i più esuberanti sono stati identificati ed allontanati.

 

BARI. RAPINE ALLE SALE SCOMMESSE. BABY RAPINATORE ARRESTATO DAI CARABINIERI.

 

E’ stato arrestato questa mattina dai Carabinieri della Stazione Carabinieri di Sannicandro (BA) un diciassettenne responsabile di rapine alle sale scommesse.

Il ragazzo è accusato di rapina, detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e porto abusivo di armi.

Le indagini svolte, supportate anche da attività tecniche, hanno raccolto importanti elementi di responsabilità nei confronti del minorenne ritenuto responsabile di ben due colpi messi a segno in due sale scommesse nel Comuni di Laterza (TA) e Santeramo in Colle (BA).

I fatti, che risalgono al mese di ottobre scorso,  hanno visto protagonisti due soggetti che, con il volto coperto da passamontagna e da una maschera, facevano irruzione in due sale scommesse “Intralot” e “Punto Snai” e sotto la minaccia di una pistola si impossessavano della somma di 7000 Euro presso il centro scommesse Intralot di Laterza e ben 12000 Euro presso il “Punto Snai” di Santeramo in Colle.

A seguito del piano antirapina predisposto dal Comando Provinciale di Bari e l’attivazione delle tempestive indagini dei Carabinieri di Laterza veniva recuperato dai Carabinieri di Sannicandro di Bari uno smartphone che era stato derubato durante la rapina a Laterza e abbandonato nelle campagne di Sannicandro.

Proprio seguendo le tracce lasciate da chi aveva abbandonato il telefonino, si poteva risalire ad un giovane del posto sul quale si sono concentrate le successive indagini.

Proprio partendo da queste indagini si è potuto raccogliere i gravi indizi di colpevolezza a carico del minorenne che, a seguito di una successiva perquisizione, è stato trovato in possesso di passamontagna, maschere, nonché di una replica di una  pistola perfettamente simile ad un’arma vera, unitamente anche a sostanze stupefacenti.

Tutti gli elementi raccolti, forniti all’Autorità Giudiziaria, hanno permesso di attribuire al ragazzo la responsabilità per le due rapine effettuate in Laterza e Santeramo, mentre sono ancora in corso le indagini per identificare il suo complice e per verificare il loro coinvolgimento in altri analoghi episodi verificatisi nella provincia di Bari negli ultimi mesi.

Il ragazzo è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso la Procura della Repubblica per i minorenni e condotto presso una comunità di recupero in detenzione domiciliare.


infotel: 080.5237410