NEWS DAL MONDO
SABATO 02 NOVEMBRE 2013 16:31 « Indietro
LA NOSTRA SCUOLA VANTA LIVELLI DECCELLENZA. RAGAZZI, NON SCORAGGIATEVI! LINVITO DELLASSESSORE SASSO AGLI STUDENTI PRESENTI A CAMPUS E ORIENTA DI BARI
La Rubrica Scolastica di Elvira Zammarano

“La nostra scuola vanta livelli d‘eccellenza.  Ragazzi, non scoraggiatevi”!

Oltre 40 mila studenti prossimi alla maturità hanno partecipato lo scorso Ottobre, dal 29 al 31, ad un importante evento presso la Fiera del Levante di Bari. Si tratta della 24 edizione del Salone dello Studente Campus e Orienta. Una vera e propria “vetrina” dedicata all’orientamento universitario, formativo e professionale post-diploma e post laurea. Della Regione Puglia, diverse le autorità intervenute, l’ assessore al Diritto allo Studio e alla Formazione, Alba Sasso - “Iniziative come queste sono utilissime perché la scelta dei ragazzi dopo il diploma è difficile, si tratta di una scelta di vita che non deve mai essere un ripiego perchè solo la passione può essere la spinta propulsiva di ogni scelta. Per cui, l’incertezza è tanta ma tutti cerchiamo di dare il massimo delle informazioni. In Puglia, per esempio, abbiamo tante scuole all’avanguardia, come i tre Istituti Tecnici Superiori ad alta specializzazione tecnologica, per l’areospazio, per l’agroalimentare e per la meccatronica. I diplomati di quest’anno hanno già trovato lavoro. Questo grazie alla collaborazione tra scuola e impresa e anche al ruolo di “docente” che quest’ultima oggi ricopre. Un ruolo determinante perché finalizzato non solo alla formazione ma anche ad un possibile futuro inserimento degli studenti nella stessa impresa. Insomma, voglio dire che chi ha una formazione superiore o universitaria ha più possibilità di trovare lavoro o un lavoro migliore rispetto a chi non ce l’ha. Dunque invito i ragazzi a non scoraggiarsi. Certo - ribadisce l’assessore - inutile negare il momento difficile. La crisi ovviamente non fa differenze o sconti e ha colpito tutti, al nord e al sud, ma la nostra scuola si difende e vanta livelli d‘eccellenza pur muovendosi in un contesto dove l’indice di povertà è alto, la disoccupazione forte e il PIL bassissimo. Perciò, la nostra è una scuola straordinaria perché costretta sicuramente a lavorare di più. Ricordo inoltre che come Regione siamo impegnanti in tanti progetti, ad esempio Diritti a scuola. Questa iniziativa  esiste già da 5 anni e anche quest’anno è partita con un buon finanziamento pari a  25 milioni di euro e l’impegno lavorativo di tanti aggiuntivi,  tra docenti e personale ATA. In ultimo - conclude la Sasso -   mi piace ricordare  i recenti  dati ISTAT che hanno registrato in Puglia, grazie anche a questi interventi regionali, un calo della dispersione scolastica passata dal 30 al 18 per cento”.  Dello stesso parere la dott.ssa Maria Veronico, referente per l’orientamento presso la Direzione Generale dell’USR Puglia. che aggiunge  –  Le attività di orientamento sono composte da tante situazioni alcune di carattere informativo altre invece di carattere formativo. L’evento  di oggi che tra l’altro ha una discreta tradizione si colloca nel primo gruppo e ha lo scopo di fornire agli studenti una panoramica su possibilità di studio o lavoro post diploma.  Questa manifestazione è un’occasione importante, perché permette di conoscere nell’arco di qualche ora situazioni differenti che poi potranno essere approfondite sul bisogno delle stesso studente. Perché la difficoltà che spesso si incontra nella scuola è proprio quella di intercettare i reali bisogni dei ragazzi. E questo causa, sia a  livello regionale  che nazionale, una sorta di disallineamento tra ciò che il mondo del lavoro offre e quello che le persone  realmente cercano.  Per cui, come ufficio scolastico, tentiamo veramente di proporre tutte le situazioni formative e informative ai nostri giovani. Dunque, orientamento qui, oggi, vuol dire questo ma anche quello che ogni scuola  autonomamente fa”. Per il Preside del Liceo Orazio Flacco di Bari, prof. Antonio D’Itollo, l’attenzione è soprattutto rivolta alla problematica dell’orientamento post secondaria  –  “Chiaramente parlando di un Liceo per i nostri studenti si guarda prevalentemente all’orientamento universitario. Quindi bisogna prepararli a questo. Il nostro“SNODO CULTURALE” è un progetto seriamente integrato di collaborazione Scuola-Università mediante il quale i nostri studenti hanno l’opportunità nel triennio liceale di frequentare moduli di approfondimento universitari che consentano loro di ottenere crediti universitari e scolastici. I ragazzi frequentano lezioni tenute da professori universitari co-progettate con i docenti del Liceo ed è questo l’aspetto di integrazione tra Liceo e Università. In questo senso si spiegano anche le convenzioni che abbiamo con altre Università come la Luiss e la Lum”. Anche la Preside dell’IPSSAR Perotti di Bari, Prof.ssa Rosangela Colucci, presente al salone con un gruppo di studenti,  sostiene l’importanza di tali manifestazioni  – “Ben vengano  –  dice  – perché i giovani hanno bisogno di interfacciarsi direttamente con la scuola  per meglio orientare le loro scelte. Nel nostro caso l’Alberghiero ha una visione lungimirante poiché guarda con attenzione al mondo del lavoro per questo siamo partner della facoltà di agraria per progetti sull’agroalimentare e per il protocollo ASSIPAD stipulato per la formazione di figure specifiche come quella dei panificatori. Questo significa che siamo in grado di preparare figure lavorative altamente qualificate”. Tra gli stand delle varie Università incontro un giovane studente prossimo alla maturità della provincia di Bari, Paolo Mastronardo, intento a chiedere informazioni alla dott.ssa Maria Rago, responsabile all’orientamento della LUM Jeann Monnet di Casamassima, Università che sul territorio, sta progressivamente guadagnandosi credito ponendosi come importante punto di riferimento universitario del meridione – “Vengo da Corato – dice Paolo - e sono qui per l’orientamento. Frequento un Liceo dal duplice indirizzo classico e scientifico. Penso di iscrivermi a medicina, test di ingresso permettendo… qui gli stand delle Università non mancano, mi sono avvicinato prima di tutto a quello dell’Università di Bari ma sto guardando anche gli altri. Penso la scuola come un ottimo trampolino di lancio per il lavoro. Tuttavia, credo che si debba e possa fare di più per la scuola. Mi riferisco in particolare ai fondi ad essa destinati e al fatto dei continui tagli. Mi auguro che la situazione che stiamo vivendo finisca presto affinchè tutti possano avere possibilità di fare scelte di vita, studio o lavoro senza condizionamenti o restrizioni di sorta ma soprattutto conformi alla dignità propria di ogni essere umano”.

Elvira Zammarano


infotel: 080.5237410