GIOVEDÌ 10 OTTOBRE 2013 11:54 « Indietro
IL MINISTRO CARROZZA: "SEMPLIFICAZIONE E NUOVI INVESTIMENTI PER SCUOLA E UNIVERSITĄ"
La Rubrica Scolastica di Elvira Zammarano

“Piano piano vogliamo riportare la scuola al centro delle strategie del Governo, anche in funzione dell'occupazione giovanile”. Con queste parole il ministro dell'istruzione  Maria Chiara Carrozza ha aperto il convegno del 14 giugno scorso a Firenze: "Ripartiamo dalla scuola per cambiare il paese”.

“È necessario – ha sostenuto il ministro - Puntare sull'alternanza scuola-lavoro, sulle scuole professionali e su tutti i percorsi che vedono uno scivolo verso il lavoro. La scuola deve essere vista come uno strumento per l'occupazione e l'esame di maturità - ultima tappa di un primo percorso formativo - in funzione dell'orientamento. Bisogna che gli studenti guardino al dopo e quindi al mondo del lavoro”. Il ministro ha poi precisato l'importanza degli interventi sull'edilizia scolastica e su come sia necessario snellire gli adempimenti riguardanti la gestione dei finanziamenti su questo punto. “La parola chiave - ha ribadito ancora – Semplificazione” - sostenendo l’utilità di una misura di finanziamento alle nuove scuole attraverso la Banca Europea degli investimenti. Infine, un'attenzione particolare al mondo della ricerca attraverso l'attivazione di un piano nazionale che ne definisca le strategie per meglio comprendere le necessità del Paese. “ Dobbiamo investire sui ricercatori - ha detto il ministro - e capire se riusciamo ad uscire dalla logica del blocco del turn over che penalizza troppo l'università, la ricerca e anche la scuola''. Al termine una riflessione del vicepresidente della Regione Toscana con delega all'istruzione Stella Targetti – “Nel documento programmatico presentato dal ministro Carrozza alle Commissioni di Camera e Senato ci sono le basi per un nuovo patto per la scuola. Si individuano criticità precise e possibili interventi. In questi anni, purtroppo  – continua la Targetti -  c'è stato, un evidente negazionismo di Stato sui problemi della scuola''.

Elvira Zammarano 


infotel: 080.5237410