Luca Turi News dal sito lucaturi.it http://www.lucaturi.it/ it <![CDATA[ALLERTA DELLA PROTEZIONE CIVILE VENTI E TEMPORALI A BARI]]>

Una nuova allerta meteo è stata diramata dalla Protezione Civile Regionale della Puglia per un peggioramento previsto nella giornata odierna.

Sono previsti venti di burrasca con forti raffiche, forti mareggiate nonché piogge e temporali nel barese.

]]>
<![CDATA[MAMMA COSA MANGIO OGGI LA TERZA EDIZIONE DEL LIBRO DEDICATO AD UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE DEI PIU PICCOLI DELLA DOTT SSA VIVIANA MARTIRADONNA]]>

Come per gli adulti anche per i bambini mangiare non significa solo nutrirsi ma rappresenta una vera e propria esperienza sensoriale: il cibo è una fonte di scoperta per sapore, odore, consistenza nuovi e allo stesso tempo un importante momento di condivisione. Da questa consapevolezza nasce una raccolta di ricette, semplici, gustose e facili da preparare, per e, perché no?, con i bimbi, per educarli a un’alimentazione sana, coinvolgendoli in tutte le fasi – dalla preparazione alla consumazione – stimolando così la loro creatività. Per guidare i genitori alla scelta delle migliori strategie da adottare per l’educazione nutrizionale dei propri figli il testo è corredato di un capitolo di domande frequenti e di box di approfondimento. Ricette, dunque, rivolte non solo ai più piccoli ma anche a tutta la famiglia e a chi desidera nutrirsi correttamente.

]]>
<![CDATA[FOGGIA OPERAZIONE CONGIUNTA DI POLIZIA CARABINIERI E GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRI DI DROGA E ARRESTI]]>

Si sono concluse nel tardo pomeriggio di ieri le attività che, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Foggia, hanno visto impegnati, dalle prime ore dell’alba, oltre 100 uomini e donne della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza che, con l’ausilio dei rispettivi Reparti Speciali (“Reparto Prevenzione Crimine”, “Cacciatori”, “Baschi Verdi”, Cinofili ed Elicotteristi), hanno svolto una vasta operazione finalizzata a contrastare la recrudescenza degli episodi criminosi registrati nei giorni scorsi nel capoluogo dauno.

Le numerose perquisizioni e controlli “a tappeto”, svolti nelle aree sensibili del centro città, hanno portato al rinvenimento ed al sequestro di circa 13 kg. tra cocaina, hashish e marijuana nonché di numerosi attrezzi da scasso, refurtiva di vario genere, proveniente da precedenti azioni delittuose, nei confronti di 5 responsabili, di cui 3 tratti in arresto in flagranza del reato di traffico di sostanze stupefacenti.

In particolare, nel quartiere Carmine Vecchio, è stato tratto in arresto un cittadino foggiano di 50 anni trovato in possesso di oltre 700 gr. di marijuana, 60 gr. di cocaina, attrezzi per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente, 22 telefoni cellulari, oltre 100 arnesi da scasso, nascosti in un frigorifero, nonché 5 carte d’identità e carte di credito oggetto di rapina a mano armata.

In pieno centro storico, invece, è stato arrestato un italiano di circa 30 anni, già sottoposto a detenzione domiciliare per reati in materia di sostanze stupefacente, trovato in possesso di circa 200 grammi di hashish, 10 grammi di cocaina, un bilancino digitale di precisione e materiale per il confezionamento della droga.

In prossimità del quartiere San Lorenzo, un ventunenne è stato trovato in possesso di 200 grammi di cocaina, 11,5 kg. di marijuana, materiale vario per il taglio dello stupefacente ed altro materiale di interesse investigativo.

Inoltre, l’elicottero della Sezione Aera di Bari della Guardia di Finanza, che ha contribuito a garantire la sicurezza degli operanti delle tre Forze di Polizia, ha individuato, occultate in un canale nei pressi di Borgo Mezzanone, n. 7 autovetture, presumibilmente oggetto di furto, e n. 2 carcasse bruciate.

Prosegue incessantemente lo sforzo dell’Autorità Giudiziaria della capitanata e delle Forze di Polizia per contrastare la recrudescenza dei fenomeni delittuosi che si verificano in città e in tutta la provincia, a tutela della comunità onesta.

]]>
<![CDATA[BLITZ DELLA POLIZIA CONTRO LA SCU OTTO ARRESTI NEL BRINDISINO]]>

Una operazione contro la Sacra Corona Unita è stata compiuta a Brindisi, dove la Polizia ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 8 persone, mentre altre 5 sono state sottoposte all'obbligo di firma, nell'ambito di una inchiesta condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce. Per l'esecuzione degli arresti è scattata una vasta operazione con 100 poliziotti in campo. Gli inquirenti evidenziano che gli elementi acquisiti nelle indagini della Squadra Mobile di Brindisi dimostrano come l'associazione mafiosa Sacra Corona Unita sia tuttora operativa in città e nella provincia, in particolare la frangia storica che fa capo al clan Campana. 

]]>
<![CDATA[GDF ORTAGGI PROVENIENTI DALL ALBANIA CIRCOLAVANO COME PRODOTTI ITALIANI ]]>

I finanzieri della Tenenza di Molfetta, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno sottoposto a sequestro, in Molfetta, venti tonnellate circa di prodotti ortofrutticoli (pomodori, melanzane e peperoni).

La merce proveniente dall’Albania e diretta al mercato ortofrutticolo veneto, viaggiava all’interno di cassette di cartone sulle quali era riportata la scritta “prodotto di origine italiana”, atta ad indurre in inganno l’ignaro consumatore circa l’origine e la provenienza dei beni.

Il sequestro è stato effettuato al termine delle operazioni di controllo di un autoarticolato condotto da un cittadino di origine albanese, eseguite dai militari attraverso l’analisi della documentazione accompagnatoria dei prodotti e l’esame visivo dei medesimi.

I responsabili della frode sono stati segnalati alla procura della Repubblica di Trani mentre la merce, di buona qualità, su disposizione della medesima Autorità Giudiziaria, è stata data in beneficenza a Enti caritatevoli della Province di Bari e BAT.

Particolare gratitudine è stata mostrata alla Guardia di Finanza dai rappresentanti di tali Enti per l’inatteso aiuto offerto in un momento in cui le strutture versano in non poche difficoltà, determinate, soprattutto, dall’accresciuto afflusso di indigenti che necessitano di ogni genere di conforto.

]]>
<![CDATA[RAFFAELE FITTO E LA MOGLIE POSITIVI AL COVID]]>

E' positivo al Covid l'europarlamentare di Fratelli d'Italia Raffaele Fitto, candidato sconfitto di centrodestra alla presidenza della Regione Puglia. Lo ha annunciato lui stesso con un post su Facebook.  "Dopo aver ricevuto, mercoledì scorso, la notizia da parte di un mio stretto collaboratore della sua positività al test covid-19 - scrive - ho chiesto immediatamente alla Asl di essere sottoposto a tampone insieme alla mia famiglia. Solo io e mia moglie siamo risultati positivi anche se al momento senza sintomi. Continuerò ovviamente la quarantena fino a nuove indicazioni da parte delle autorità sanitarie". 

]]>
<![CDATA[SAN SEVERO SIGILLI AI BENI DI UN PLURIPREGIUDICATO ]]>

Nell'ambito di specifica attività volta al contrasto dell’accumulazione illecita di profitti, la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di San Severo, hanno dato esecuzione alla misura di prevenzione patrimoniale del sequestro anticipato d'urgenza emesso, su richiesta del Questore di Foggia, dal Tribunale di Bari – III^ Sezione Penale -Misure di Prevenzione, presieduta dalla Dr.ssa Giulia Romanazzi, a carico di un pregiudicato di San Severo appartenente alla criminalità comune.

Agenti della Polizia di Stato della Questura di Foggia, del Reparto Prevenzione Crimine di San Severo e militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Foggia hanno posto sotto sequestro beni immobili e disponibilità bancarie nella disponibilità diretta o per il tramite dei congiunti del destinatario del provvedimento giudiziario.         

Il provvedimento di sequestro è stato adottato all'esito di approfondite indagini patrimoniali eseguite dai finanzieri della Compagnia di San Severo, con il contributo degli specialisti della Polizia di Stato della Divisione Polizia Anticrimine - Ufficio Misure di Prevenzione della Questura di Foggia, che hanno scandagliato la posizione patrimoniale, dopo aver accuratamente accertato la pericolosità sociale dell’individuo, presupposto fondamentale per il sequestro di beni e per la successiva confisca di prevenzione, hanno scandagliato la posizione patrimoniale del prevenuto, classe 64, con precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti.  Il pregiudicato è   elemento della criminalità comune operante in San Severo, arrestato nel 2017 dai militari della compagnia di San Severo, perché in possesso un 1 kg di cocaina e 5 pistole con matricola abrasa.

Le indagini patrimoniali, estese ai familiari conviventi, hanno evidenziato la disponibilità diretta e indiretta di beni di valore sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati, tanto da far ragionevolmente ritenere che fossero stati frutto di attività illecite o ne avessero costituito il reimpiego.  Nello specifico, i beni mobili e immobili intestati al proposto ed ai suoi familiari conviventi, alla luce delle risultanze complessive dell'analisi delle movimentazioni economico finanziarie in entrata (fonti) e del raffronto con le uscite (impieghi), non hanno trovato giustificazione nei modesti redditi prodotti, appena sufficienti per il sostentamento dell’intero nucleo familiare.

Il Tribunale di Bari, quindi, ha accolto la proposta formulata dal Questore di Foggia ed ha ordinato il sequestro di tre unità immobiliari ubicate in zona di prestigio di Montesilvano (PE) ed un rapporto bancario per un valore stimato di oltre 150.000 euro.

Il risultato conseguito oggi conferma il costante coinvolgimento della Polizia di Stato di questa provincia e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia, in perfetta sinergia con l'Autorità Giudiziaria, nella lotta alla criminalità organizzata, rimarcando che la sistematica aggressione degli interessi patrimoniali dei sodalizi, attraverso strumenti di indagine volti al sequestro ed alla confisca dei proventi e dei beni ottenuti da attività delittuose, costituisce obiettivo strategico di primaria importanza per disarticolare le compagini delinquenziali organizzate e reprimere ogni tentativo di infiltrazione e mimetizzazione nell’economia legale.

]]>
<![CDATA[ACQUAVIVA DELLE FONTI BA AUTOFFICINA ABUSIVA SCOPERTA DALLA POLIZIA DI STATO]]>

Un'autofficina abusiva è stata scoperta, ad Acquaviva delle Fonti (BA), dalla Polizia Stradale di Gioia del Colle.

I poliziotti hanno eseguito un controllo in un capannone agricolo ad  Acquaviva delle Fonti, nel quale era allocata un'officina abusiva che effettuava lavori di meccanica e di carrozzeria. L’attività è risultata essere priva di alcun titolo autorizzativo e nessuno dei meccanici presenti è risultato essere in possesso della qualifica di responsabile tecnico.

Gli agenti hanno approfondito il controllo ed hanno eseguito accertamenti mirati alla verifica dello smaltimento dei rifiuti: in un’area attigua al capannone, hanno rinvenuto un deposito abusivo contenente rifiuti speciali altamente inquinanti (ricambi ferrosi, pezzi di meccanica, numerosi contenitori di oli esausti, batterie e filtri dell’olio).

A seguito di ciò, l’intero terreno all'interno del quale era ubicata la discarica è stato sequestrato.

]]>
<![CDATA[BARI CAOS NEL QUARTIERE CARRASSI CAVI DEI FILOBUS TRANCIATI ]]>

Questa mattina, in via Monfalcone, nel quartiere Carrassi di Bari, alcuni cavi della linea aerea dell'Amtab sono precipitati sulla strada arrecando gravi difficoltà ai cittadini ed al traffico veicolare.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno messo in sicurezza la zona e la Polizia Locale per regolare la viabilità.

I cavi, probabilmente, sono stati tranciati involontariamente da un mezzo che trasporta rifiuti.

]]>
<![CDATA[BARI SI TORNA A SCUOLA INGRESSI SCAGLIONATI MASCHERINE E POCO DISTANZIAMENTO FUORI GLI ISTITUTI]]>

Ingressi scaglionati, autocertificazioni, mascherine, gel igienizzanti e banchi distanziati in classe.

Mentre in alcuni paesi della provincia di Bari il primo suono della campanella dell'anno scolastico inizierà per il 28 settembre, in città la situazione è ben diversa.

A Bari i primi istituti hanno aperto le porte agli alunni già alle 7.30 per dare modo agli operatori scolastici di eseguire ogni operazione utile ad evitare il contagio del virus.

Se dentro le scuole la situazione è abbastanza sotto controllo, all'esterno non è proprio così: poco distanziamento e mancanza di mascherina tra i genitori che sono in attesa dell'ingresso del proprio fanciullo.

]]>