Luca Turi News dal sito lucaturi.it http://www.lucaturi.it/ it <![CDATA[BARI MIGRANTE SPINTONATO MENTRE VA IN BICI AGGRESSORI IN FUGA E FERMATI DALLA POLIZIA LOCALE]]>

Identificati nella tarda di ieri, dalla Polizia Locale di Bari, gli autori in concorso del reato di lesioni nei confronti di un cittadino del Bangladesh che, qualche giorno fa, è stato fatto cadere rovinosamente mentre era in sella alla sua bicicletta riportando lesioni giudicate guaribili in 25 giorni.

A spintonarlo sono stati due baresi, uno di 30 anni e l'altro di 19, entrambi incensurati.

La causa di questo evento è stato perchè avevano ingaggiato sulla strada un diverbio a distanza con il cittadino straniero terminato poi con il calcio che ha determinato la caduta del ciclista.

I due soggetti sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria.

]]>
<![CDATA[BARI INVESTIMENTO IN VIA CRISANZIO DONNA SCHIACCIATA TRA AUTO E CANTIERE]]>

E' ancora in fase di ricostruzione la dinamica di un investimento avvenuto poco fa, in via Crisanzio, nel quartiere Libertà di Bari, dove il conducente di una Fiat Punto (70enne circa) ha perso il controllo dell'auto finendo su una coppia che era ferma sul lato sinistro della strada insieme al loro motociclo.

La donna è rimasta incastrata tra le lamiere della vettura e i tubi di un cantiere di un immobile abbandonato da diversi anni, mentre il marito è rimasto ferito non gravemente.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale che, con i Vigili del Fuoco, hanno disincastrato la donna.

Gli operatori del 118 hanno trasportato la coppia investita all'ospedale Di Venere di Carbonara.

Illeso, invece, il conducente della vettura.

]]>
<![CDATA[BARI 25ENNE ARRESTATO IN FLAGRANZA DI FURTO DA UN CARABINIERE LIBERO DAL SERVIZIO]]>

Nella tarda mattinata di ieri, un militare libero dal servizio, appartenente al Nucleo Radiomobile di Bari, ha arrestato P.G.P., 25enne, censurato, resosi responsabile di tentato furto aggravato di autovettura e possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli. Il tutto ha avuto inizio allorquando un pensionato barese, 78enne, aveva parcheggiato la sua autovettura in Viale Einaudi, aveva poi svolto qualche mansione giornaliera, quando, tornato al parcheggio, si è accorto che nei pressi della sua macchina vi era un giovane arrestato ed una pattuglia di Carabinieri.

L’evento si è svolto in pochissimi attimi: momenti che però non sono sfuggiti all’attenzione di un Carabiniere libero dal servizio che si trovava a passare da quelle parti; il giovane, dopo essersi guardato intorno con fare sospetto, è riuscito con l’ausilio di un cacciavite a rompere la serratura della macchina ed introdursi all’interno della stessa. Proprio mentre era intento a rovistare nel vano porta oggetti, ove erano custodite anche le chiavi dell’appartamento dell’ignara vittima, è stato immediatamente bloccato dal militare che ha assistito all’intera scena. 

Con l’ausilio di un’altra pattuglia è stata poi effettuata una perquisizione veicolare sull’auto in uso al 25enne, all’interno della quale sono stati rinvenuti altri arnesi da scasso e guanti, posti sotto sequestro penale in quanto ritenuti corpo del reato.

P.G.P. è stato così arrestato e, su disposizione della competente A.G., sottoposto agli arresti domiciliari. L’anziano signore, dopo aver capito cosa era appena successo, ha esclamato: “Oggi sono stato proprio fortunato”, ringraziando i militari per il tempestivo intervento e riprendendo il possesso della sua utilitaria.

]]>
<![CDATA[OPERAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO A BARI DIVERSI ARRESTI]]>

Nel  pomeriggio di ieri, la Polizia di Statoha proceduto all’arresto di tre cittadini italiani,P.S. di anni 22, S.B. di anni 61 e S.B. di anni 33, ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso.

In base alle segnalazioni giunte alla sala operativa di questa Questura e dalla successiva visione delle telecamere di videosorveglianza, si appurava che i tre arrestati avevano sottratto alcuni paia di occhiali, all’interno di un centro commerciale, per un valore complessivo di 835,00 euro, fuggendo a bordo di un’autovettura di colore nero.

Le volanti organizzavano immediatamente un’operazione, volta ad intercettare l’auto dei fuggitivi, che avveniva all’intersezione semaforica di via Caldarola con via Archimede,  ove i tre venivano bloccati; eseguita immediatamente la perquisizione, i poliziotti rinvenivano tre paia di occhiali da vista, proprio quelli appena asportati nel centro commerciale di cui era stato riferito nella segnalazione al 113, che venivano subito restituiti al legittimo proprietario.

I tre arrestati, dopo le formalità di rito, venivano tradotti presso le rispettive abitazioni, in attesa del rito direttissimo da celebrarsi nell’odierna mattinata.

Inoltre sempre nella giornata di ieri, un'altra volante, durante l’attività di controllo del territorio ha proceduto all’arresto di un 49enne barese, per inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale e dell’obbligo di dimora nel Comune di Bari.

L’uomo è stato colto mentre transitava nel Comune di Ceglie del Campo unitamente ad un conoscente, ragione per cui i poliziotti hanno proceduto all’arresto.

L’uomo in passato era stato già denunciato a piede libero per la stessa violazione.

]]>
<![CDATA[BARI INCENDIO DI PICCOLE DIMENSIONE CAUSA LA MORTE DI DUE CANI NEL QUARTIERE LIBERTA ]]>

In un appartamento di Via Principe Amedeo 226, a Bari, si è incendiato il vano cucina per cause ancora in fase di accertamento. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme . All'interno dell'appartamento hanno rinvenuto i resti di due cani deceduti per asfissia.

La Polizia di Stato indaga su quanto accaduto.

]]>
<![CDATA[BARI STRADE LIBERE DALLE GOMME DA MASTICARE E ARRIVATO GHIBLI ]]>

E' stato presentato questa mattina, in via Sparano a Bari, il macchinario che rimuove le gomme da masticare dai marciapiedi. Tutti hanno potuto assistere al funzionamento dell'apparecchio, che usa vapore secco a una temperatura di 165 gradi per rimuovere i chewing-gum e offrire strade più pulite.

]]>
<![CDATA[BARLETTA 21 ARRESTI DEI CARABINIERI DROGA ARMI E SOLDI SEQUESTRATI]]>

Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito  21 ordinanze di custodia cautelare di cui 12 in carcere e 9 ai domiciliari nei confronti di soggetti tutti originari e residenti in Barletta, ritenuti responsabili di “Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti”. 

La misura è stata emessa dal G.I.P. di Bari su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, a seguito di una specifica attività di polizia giudiziaria condotta dalla Compagnia Carabinieri di Barletta con il contributo del locale Commissariato della Polizia di Stato.  

L’attività investigativa nasce nell’agosto del 2009 dalle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia che riferì degli intenti riorganizzativi della malavita barlettana. Le propalazioni generarono due filoni investigativi che attestarono l’esistenza sulla piazza barlettana di alcuni gruppi di spaccio che avevano preso a riorganizzarsi dalle ceneri delle più importanti organizzazioni mafiose operanti sul territorio e colpite dalle operazioni antimafia denominate Ettore Fieramosca Download (portate a termine dal nucleo Operativo della Compagnia di Barletta) e del noto processo “Dolmen”.

Le dichiarazioni anzidette, infatti, furono prodromiche ad una lunga serie di attività tecniche e dinamiche svolte dai Carabinieri di Barletta che consacrarono, anche con il contributo di ulteriori quindici collaboratori di giustizia, fornito tra l’agosto del 2011 e il maggio del 2017, l’esistenza e l’operatività in Barletta dall’agosto del 2009 all’attualità, di quattro principali gruppi di spaccio capeggiati rispettivamente il primo dai fratelli Albanese detti “i vaccari”, il secondo da Lombardi Luigi detto “gino melon”, Lattanzio Ruggiero1 inteso “Rino non lo so” (rimasto ucciso in via Dicuonzo lo scorso 15 gennaio) e Marchisella Luigi, il terzo  capeggiato da Cannito Cosimo Damiano detto Mimmo, ed infine il quarto gruppo organizzato dai fratelli Sarcina; gruppi che si erano suddivisi le piazze di spaccio della città commercializzando ogni tipo di sostanza stupefacente.

Le attività tecniche svolte dai Carabinieri di Barletta, inoltre, disvelarono l’esistenza di contatti dei trafficanti barlettani con broker internazionali di sostanze stupefacenti, che vennero in seguito tratti in arresto in Spagna dopo l’attivazione della assistenza giudiziaria internazionale, e consentirono    il sequestro di considerevoli quantitativi di droga e l’arresto in flagranza di reato di oltre 20 persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.  

Elenco arrestati

In Carcere

Albanese Cosimo, 40 enne;

Albanese Francesco, 45 enne;

Albanese Gabriele, 47 enne; 

Albanese Raffaele, 42 enne, (già agli AA.DD. per altra causa); 

Albanese Savino, 48 enne;

Cannito Cosimo Damiano, 62 enne; 

Dicataldo Rinaldo, 41 enne; 

Guerra Luigi Leonardo, 47 enne; 

Lombardi Luigi, (già detenuto per altra causa); 

Marchisella Luigi, 47 enne, (già agli AA.DD. per altra causa); 

Pellizzieri Saverio, 39 enne;  

Sarcina Pasquale, 39 enne; 

 

Agli arresti domiciliari

Ardillo Umberto, 37 enne, (già detenuto per altra causa); 

Bruno Antonio Ruggiero, 34 enne; 

Cacciatore Alessandro Antonio, 29 enne, (già detenuto per altra causa); 

Dicuonzo Michele, 30 enne;

Diviccaro Ruggiero,30 enne, (già detenuto per altra causa);     

Lombardi Angelo, 37 enne; 

Pellizzieri Carmine, 42 enne; 

Santarsiere Giuseppe, 48enne;

Sarcina Gianluca 33enne.

]]>
<![CDATA[BARI CAPOTRENO PICCHIATO DA UN VIAGGIATORE SENZA BIGLIETTO]]>

Durante le normali operazioni di controllo un capotreno è stato aggredito da un viaggiatore sprovvisto di biglietto.

L’episodio è accaduto sul treno delle Ferrovie del Sud Est, partito da Bari alla16.29 e diretto a Putignano, nei pressi della stazione di Mungivacca.

L’aggressore è riuscito a fuggire prima dell'arrivo delle forze dell'ordine.

Da qualche mese, capitreno e autisti sono spesso insultati e aggrediti da viaggiatori sprovvisti di biglietto.

Per garantire maggiore sicurezza ai viaggiatori e al personale in servizio, Ferrovie del Sud Est ha avviato un programma di antievasione a terra e a bordo, operativo per tutto il 2019, supportato da un servizio di vigilanza privato.

]]>
<![CDATA[BARI VORAGINE IN VIALE ORAZIO FLACCO MANDA IN TILT IL TRAFFICO]]>

Una voragine, di medie dimensioni, si è aperta al centro della carreggiata in Viale Orazio Flacco, nei pressi del Policlinico di Bari. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale per dirigere il traffico veicolare.

Sono al lavoro anche i tecnici del comune di Bari per ripristinare la buca profonda circa 1 metro e larga 50 cm.

]]>
<![CDATA[1300 TONNELLATE DI GASOLIO AGRICOLO SEQUESTRATO DALLA DOGANA A LECCE]]>

Nell'ambito del contrasto all’utilizzo fraudolento dei prodotti energetici, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Lecce hanno scoperto una frode riguardante il gasolio agricolo agevolato.

L’operazione, avviata da circa un anno e mezzo, ha permesso di accertare che 1.270 tonnellate di gasolio agricolo venivano destinate ad altri usi per cui non è prevista l’agevolazione.

In particolare, veniva emessa falsa documentazione contabile e di trasporto a società in alcuni casi inesistenti o non autorizzate al prelievo dei carburanti agevolati.

Ai responsabili delle violazioni, denunciati all'Autorità Giudiziaria, sono stati contestati maggiori diritti per un totale di 733.830 euro e comminate sanzioni fino a 7.338.295 euro.

]]>