Luca Turi News dal sito lucaturi.it http://www.lucaturi.it/ it <![CDATA[IN VIAGGIO CON UN ASINA PER GERUSALEMME IN NOME DELLA PACE]]>

Questa mattina, all’ingresso di Palazzo di Città, l’assessora al Welfare Francesca Bottalico ha salutato l’arrivo a Bari di Bruno Dias, il viaggiatore di nazionalità portoghese partito da Santiago di Compostela in compagnia dell’asina Salam. 

Dias, in viaggio da due anni per portare un messaggio di pace e diretto a Gerusalemme, è in sosta per qualche giorno nella nostra città prima di dirigersi verso Brindisi, dove si imbarcherà per l’Albania. 

]]>
<![CDATA[LECCE BIMBO DI 3 ANNI DIMENTICATO NELLO SCUOLABUS SALVATO DOPO 5 ORE]]>

Dimenticato sullo scuolabus per oltre cinque ore: la disavventura è accaduta ad un bambino di tre anni a Presicce. Prelevato da casa per essere portato all’asilo, il piccolo non è sceso dal mezzo una volta arrivato a scuola e si è addormentato sul sedile. Alle 13 la madre, recatasi per portarlo a casa si è accorta dell’assenza del figlio.

A quel punto è scattato l’allarme: le maestre hanno assicurato che il piccolo non era mai arrivato in classe. Così sono scattate le ricerche, partendo proprio dall’ultimo posto dove era stato visto il piccolo: lo scuolabus però era già stato portato nella rimessa e l’autista era già andato via. Recuperato un martello, è stato rotto il vetro del mezzo: il bambino era sul sedile con la cintura allacciata e dormiva serenamente. Tornato tra le braccia della madre, ha mostrato solo un po’ di spavento per il trambusto. Con ogni probabilità la famiglia sporgerà denuncia.

]]>
<![CDATA[A BARI L INIZIATIVA DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA IN RICORDO DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE]]>

Anche Bari presso l’auditorium del Quartier Generale del Comando Scuole Aeronautica Militare III^ Regione Aerea celebra la 'Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime innocenti delle mafie' che si tiene ogni 21 marzo. Alla presenza di circa 250 studenti delle scuole medie e superiori dell’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino”, dell’Istituto Alberghiero Perotti, dell’Istituto Vivante - Tridente – Gorgjux di Bari, nonché di Autorità civili e militari della Città, si è parlato per rammentare le vicende che hanno coinvolto oltre 900 vittime delle mafie in Italia e per rinnovare l’impegno nel contrasto alla criminalità organizzata, a cui hanno partecipato Rita dalla Chiesa (figlia del Generale Carlo Alberto dalla Chiesa dove fu ucciso a Palermo pochi mesi dopo il suo insediamento in un attentato mafioso) il Procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Volpe ed il parroco della Cattedrale, Don Franco Lanzolla. 

]]>
<![CDATA[BARLETTA 53ENNE ARRESTATO DALLA POLIZIA DI STATO PER TENTATO OMICIDIO]]>

E’ successo a Barletta, l’uomo è stato fermato dai poliziotti del locale Commissariato di P.S.

Il 53enne, incensurato, dopo il divorzio dalla moglie era andato a vivere in un’abitazione con il fratello di 47anni e la madre disabile. A seguito dell’ennesima lite, scaturita per futili motivi, ha impugnato un coltello e si è scagliato contro il fratello colpendolo con due fendenti, alla clavicola e alla fronte. L’immediato e tempestivo intervento dei poliziotti della Squadra Volante ha consentito di bloccare l’aggressore che è stato arrestato e condotto presso il carcere di Trani.

]]>
<![CDATA[APRICENA FG FESTA PER I 116 ANNI DI NONNA PEPPA LA PIU LONGEVA D EUROPA ]]>

Superserenata ad Apricena (Foggia) per i 116 anni di nonna Peppa, all'anagrafe Maria Giuseppa Robucci. Con musica e balli popolari nella sera del 19 marzo si è celebrata una doppia festa: quella dell'onomastico e quella del compleanno che cade il 20 marzo. Con i suoi 116 anni nonna Peppa è la seconda anziana più longeva del mondo, prima in Europa.

]]>
<![CDATA[LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI FOGGIA DISPONE L ISPEZIONE NELLE PROPRIETA DELL IMPRENDITORE MASSIMO CASANOVA SI INDAGA PER POSSIBILI ABUSI EDILIZI ]]>

Dalle prime ore della mattinata, i Militari del Nucleo Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari stanno eseguendo un decreto di ispezione delle proprietà immobiliari riconducibili all’imprenditore Massimo Casanova. Il provvedimento, emesso dalla Procura della Repubblica di Foggia, ha ad oggetto la possibile sussistenza di abusi edilizi e reati paesaggistici. L'attività delegata dall’A.G. è finalizzata a riscontrare la fondatezza di notizie di reato acquisite nel corso di investigazioni svolte dai Finanzieri di Bari. In corso anche acquisizioni documentali presso diversi Enti Pubblici.

]]>
<![CDATA[BITONTO BA MINIMARKET DELLA COCAINA ARRESTATO UN 46ENNE GIA SOTTOPOSTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI]]>

Aveva in casa un minimarket della cocaina e, nonostante fosse agli arresti domiciliari, vendeva droga. È la scoperta fatta qualche sera addietro a Palombaio, frazione di Bitonto, dove i Carabinieri della locale Stazione, nell’ambito di un servizio mirato alla prevenzione ed al contrasto della diffusione degli stupefacenti, hanno tratto in arresto un 46enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine per reati analoghi, con l’accusa di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, avuta la necessità di perquisire l’abitazione del 46enne, dato il continuo andirivieni di giovani che a tutte le ore del giorno e della notte entravano nell’edificio dov’è ubicato il suo appartamento, hanno scovato, all’interno del bagno del garage, occultato in un boiler, una pietra di cocaina del peso di 27 grammi,  ottanta dosi dello stesso stupefacente, per un peso di quasi 30 grammi, nonché circa 450 euro, in banconote di piccolo taglio, ritenute il provento dell’attività di spaccio.  All’interno del garage in uso al 46enne è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro anche un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Dopo l’arresto, l’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato quindi tradotto presso la locale Casa Circondariale accusato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di evasione, poiché è emerso che, sebbene sottoposto agli arresti domiciliari, non si esimeva ad uscire dalla sua abitazione per prendere contatti con gli acquirenti.

 
]]>
<![CDATA[BARI CERIMONIA PER IL CAMBIO AL COMANDO DELL AERONAUTICA MILITARE ]]> Cerimonia questa mattina a Barivecchia, in piazza del Ferrarese per il cambio al comando delle scuole dell’Aeronautica militare, Terza Regione Aerea. Cambio di comando tra il Generale di Squadra Aerea Umberto Baldi e il Generale di Divisione Aerea Aurelio Colagrande alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso. ]]> <![CDATA[BARI LAVORI SULLA STATALE 16 ALL ALTEZZA DI JAPIGIA TANGENZIALE PIU STRETTA E CON DEVIAZIONI ]]>

Inizieranno oggi e saranno attivi fino all'8 giugno 2020 le variazioni alla circolazione sulla Tangenziale di Bari, nel tratto di Japigia dopo lo svincolo per Mungivacca fino a quello di via La Pira, per i cantieri della variante ferroviaria Bari-Torre a Mare, con lo spostamento dei binari nella zona sud. L'Anas ha autorizzato Rfi a realizzare una deviazione di circa 1,4 km dotata di spartitraffico e tre corsie per ogni direzione di marcia. La strada sarà completamente operativa da metà aprile. Nel frattempo, dal 19 marzo, vi saranno le prime novità destinate a impattare inevitabilmente sul traffico, soprattutto durante la stagione estiva. La deviazione è stata resa necessaria per poter rendere più elevato il tratto di strada attualmente utilizzato dagli automobilisti, in modo da far passare i quattro nuovi binari della ferrovia.“

 

]]>
<![CDATA[LA CRONACA DEL GIORNO DEI CARABINIERI]]>

Putignano (BA).  Fermati per un normale controllo stradale, arrestati due ragazzi con della droga.

 

Nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dei reati inerenti l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Putignano hanno arrestato due giovani incensurati originari di Sammichele di Bari (BA).

Nel pomeriggio di ieri, nel corso di un posto di controllo lungo la SS 172, cosiddetta “Statale dei Trulli”, i militari della locale Stazione hanno fermato due ragazzi a bordo di un’utilitaria, i quali hanno subito palesato segni di nervosismo.

Visto l’atteggiamento sospetto, dopo la completa identificazione,  i militari hanno deciso di approfondire il controllo con una perquisizione personale e veicolare, che ha permesso di sequestrare 2 grammi di “cocaina” e  56 grammi  di “marijuana” contenuta in due involucri.

Le perquisizioni estese presso le loro abitazioni, nonché presso un locale in loro uso, ubicato in Sammichele di Bari, consentivano di rinvenire, debitamente occultati, due bilancini di precisione e materiale per il  taglio ed il confezionamento dello stupefacente.

Tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso, su disposizione dell’ Autorità giudiziaria sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio.

La droga nei prossimi giorni verrà analizzata dal Laboratorio della Sezione Investigazioni Scientifiche  del Comando Provinciale Carabinieri di Bari al fine di verificarne la qualità.

 

Terlizzi (BA). Arrestato dai Carabinieri un 31enne per maltrattamenti in famiglia ai danni dei genitori e della convivente.

 

I militari della Tenenza Carabinieri di Terlizzi, nei giorni scorsi, hanno arrestato, nella flagranza di reato, un trentenne del luogo per i reati di maltrattamenti in famiglia e di  violenza, resistenza e lesioni a P.U.. L’arresto è scattato a seguito di una richiesta di intervento, pervenuta al “112” da parte dei familiari del giovane i quali, spinti dai continui maltrattamenti e dalle violenze fisiche e verbali subìte, messe in atto dal loro figlio dedito all’uso di sostanze stupefacenti,  hanno chiesto aiuto ai Carabinieri, esasperati dal clima di terrore che si era creato tra le mura domestiche. Di tali violenze, è stata vittima anche la convivente dell’uomo, con la quale, lo stesso, coabita, assieme ai propri genitori. Sul posto è intervenuta immediatamente una pattuglia la quale, rendendosi conto della gravità della situazione, ha cercato, in un primo momento, di ricondurre alla calma il giovane, ma, lo stesso, anziché tornare alla ragione, ha iniziato a minacciare di morte la madre, cercando di aggredirla, con tale intento, ai Carabinieri non è rimasto altro che  immobilizzare il 31enne e, dopo una breve colluttazione, trarlo in arresto. L’episodio risulta essere l’ultimo, in ordine di tempo, di una serie di fatti analoghi, per i quali, in precedenza,  erano già stati chiamati ad intervenire i Carabinieri della locale Tenenza. L’aggressore, già noto alle Forze dell’Ordine, in seguito all’arresto è stato condotto, su disposizione della Procura di Trani, presso la Casa Circondariale della medesima città, in attesa di giudizio. 

Molfetta (BA). Minacce di morte per un presunto debito di droga. Arrestato pregiudicato molfettese.

 

I Carabinieri della Compagnia di Molfetta, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP di Trani dott. Raffaele Morelli, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica Dott. Marcello Catalano,  hanno tratto in arresto un pregiudicato molfettese D.B.M., 41enne, autore di reiterate minacce e tentata estorsione, in danno di un giovane anch’egli 41enne, di Molfetta, reo secondo l’autore delle minacce di non aver soddisfatto un debito di droga.

L’indagine ha preso il via da una denuncia sporta da un assuntore di sostanze stupefacenti, un giovane censurato di Molfetta,  il quale, per una fornitura di 50 grammi di marijuana, avrebbe contratto e non onorato un debito di 200 euro, con il destinatario dell’odierno provvedimento. La cessione della droga, avvenuta verso la fine di gennaio di quest’anno, avrebbe ingenerato nel creditore la necessità di recuperare dall’acquirente il credito, con ogni mezzo a sua disposizione, minacciando quest’ultimo persino di morte e utilizzando ogni mezzo violento a sua disposizione.  Approfittando di una sorta di condizione di assoggettamento della vittima, dal febbraio di quest’anno, in più occasioni,  D.B.M. avrebbe minacciato di morte il 41enne, la sua famiglia e la compagna, recandosi più volte a casa dei predetti. In un’occasione, la vittima, imbattutasi casualmente nel suo aguzzino, nei pressi di una pizzeria, era stato inseguito con l’auto per le vie cittadine e solo fortuitamente era riuscito a porsi in salvo. La situazione, divenuta insostenibile, ha portato la vittima a rivolgersi agli investigatori della Sezione Operativa del Nucleo Operativo di Molfetta i quali, appresa la notizia ed informata la Procura della Repubblica di Trani, hanno pianificato e condotto, con il coordinamento di quell’Ufficio Giudiziario, un’articolata attività tecnico-investigativa, riuscendo a dimostrare la veridicità delle dichiarazioni rese dalla vittima. Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati a documentare altri gravi episodi che si sono verificati a Molfetta, per accertare eventuali connessioni con le condotte dell’odierno arrestato. D.B.M., dopo l’arresto è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani,  con l’accusa di tentata estorsione aggravata e spaccio di sostanze stupefacenti.

 

]]>